LO SPAURACCHIO – Gosens è riposato e segna come un bomber: il pericolo arriva dagli esterni

Domani il Napoli affronterà l’Atalanta al “Maradona”, nell’andata delle semifinali di Coppa Italia. Una squadra molto temibile quella di Gasperini

di Tony Sarnataro

Domani il Napoli affronterà l’Atalanta di Robin Gosens al “Maradona”, nell’andata delle semifinali di Coppa Italia. Una squadra molto temibile quella di Gasperini che se in serata è capace di vincere contro tutti. Basti pensare alle vittorie di Milano contro la capolista e addirittura a Liverpool in Champions, due successi senza appelli 0-3 e 0-2. Il problema è la discontinuità, cosa che accade troppo spesso. E infatti gli orobici sono reduci da una sconfitta casalinga contro la Lazio.

CLICCA QUI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL NAPOLI

Atalanta, Gosens è una spina nel fianco

(Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

Chi temere maggiormente? Scegliere un solo giocatore quando nel tuo roster hai gente come Ilicic, Zapata, Muriel, Hateboer, Freuler è obiettivamente difficile. Come se non bastasse che il vero artefice del “miracolo” Atalanta (squadra medio-bassa portata ormai stabilmente ai vertici del calcio italiano) è Gasperini. E’ lui ad aver dato gioco, intensità, risultati, spirito di gruppo. La prova è come l’uscita del calciatore più rappresentativo, Gomez, non abbia cambiato la prolifica situazione in casa bergamasca. Ma a dover indicare un solo pericolo, per questa semifinale d’andata, indichiamo Robin Gosens. Il perché è presto detto: è un esterno fortissimo, tra i top del campionato, se non il migliore in assoluto. E’ un attaccante aggiunto, segna come un bomber e fa numeri importanti. Soprattutto in velocità è micidiale, non conosce limiti e se punta sono dolori per tutti. Bisognerà arginarlo in qualche modo, è un martello per 90′. Inoltre, particolare non da poco, è fresco e riposato. Infatti domenica era squalificato in campionato e non ha giocato contro la Lazio. Gara tra l’altro persa dall’Atalanta proprio sulle fasce, la sua assenza si è sentita. Gattuso dovrà trovargli un rimedio dunque, arginare Gosens significherebbe già essere ad un buon punto di partenza.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER

di Tony Sarnataro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy