La Playlist – Napoli-Genoa: quelli che non pensano

La Playlist – Napoli-Genoa: quelli che non pensano

La Playlist è una rubrica che unisce la musica al calcio, precisamente collegando tre canzoni sia allo stato d’animo di entrambe le squadre sia al calciatore simbolo di quella partita

di Domenico Riemma

Quest’oggi, alle 20.45, si giocherà per la dodicesima giornata di campionato Napoli-Genoa, partita fondamentale per gli azzurri, che devono ripartire dopo il caos dell’ultima settimana, tra ammutinamenti e ritiri. Test importante per Thiago Motta, che cerca il colpaccio al San Paolo.

Tarantelle (Clementino)

Tarantelle. Quelle che stanno succedendo in casa Napoli da una settimana o poco meno.
Dopo l’ammutinamento dei calciatori dopo la sfida col Salisburgo, davvero si è sentito di tutto. Sono girate fake news, audio su whatsapp, di tutto. Ma l’unica verità è che il Napoli, il suo Presidente, il suo Allenatore ed i suoi giocatori, si trovano in una confusione totale.
L’unica cosa che la squadra partenopea deve fare, dopo tutto questo, è reagire e cercare la vittoria contro il Genoa. Per ricucire minimamente anche il rapporto con i tifosi.

Figli di Papà (Sfera Ebbasta)

Il trapper Sfera Ebbasta in questo suo pezzo spiega quanto è stato difficile arrivare al top, senza essere appunto Figli di Papà, costruendosi il proprio futuro tutto da solo.
Questo cammino tortuoso forse Davide Ancelotti non lo conosce, difatti in molti pensano che sia il secondo allenatore del Napoli solo perché figlio del grande Carlo.
In realtà, sulla carta, il suo curriculum è davvero invidiabile da molti allenatori.
Infatti, come ha repostato su una storia di instagram la moglie Ana, questo è il vero cammino di Davide, comprese le sue skills: laureato in Scienze Motorie con miglior tesi sperimentale dell’anno accademico. Corso allenatore Uefa B con il miglior voto (137/140). Due corsi Uefa A in Germania: primo in entrambi con 13/15. Parla italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo.
Alla luce di questo, meglio puntare meno il dito ed avere più fiducia in questo ragazzo, che forse tanto figlio di papà non è.

Quelli che non pensano (Marracash, Coez)

In questo caso il titolo di questo pezzo di Marracash si addice a tutti i giocatori del Napoli.
Non ad uno in particolare, magari più diretto ai famosi “senatori”.
Si perchè per fare un ammutinamento, contro Presidente e contro ogni logica societaria, probabilmente si è passati in pochi giorni da Quelli che Benpensano a Quelli che non pensano.
Uno tra tutti che doveva “pensare” più degli altri era sicuramente Lorenzo insigne, che da capitano, da tifoso del Napoli, doveva mettere in conto tutte le conseguenze di questa scelta quasi folle.
Ora dopo queste azioni dell’ultima settimana ci vorrà davvero tanto per tornare nei cuori dei tifosi, bisognerà onorare davvero quella maglia azzurra, cosa che non è stata fatta, come ricordavano gli striscioni sparsi per la città in questi giorni.

Leggi ancheALLAN, ARRIVA LO SFOGO DELLA MOGLIE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy