Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

FOCUS AVVERSARIO – Salernitana, torna il derby: il sogno è già diventato un incubo?

SALERNO, ITALY - OCTOBER 02: US Salernitana players celebrate the 1-0 goal scored by Milan Djuric during the Serie A match between US Salernitana v Genoa CFC  at Stadio Arechi on October 02, 2021 in Salerno, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Dopo più di quindici anni torna il derby tra Salernitana e Napoli, con l'ultimo precedente perso nei meandri della serie B nel 2004

Tony Sarnataro

 Dopo più di quindici anni torna il derby tra Salernitana e Napoli, con l'ultimo precedente perso nei meandri della serie B nel 2004. La gara si giocherà domani pomeriggio alle 18 all'”Arechi”, una sfida ricca di fascino e apparentemente scontata. Valida per l'undicesima giornata di serie A. Gli uomini di Spalletti non possono non raccogliere i tre punti e continuare a sognare la vetta. Troppa la differenza tecnica tra le due squadre.

Salernitana, dal sogno all'incubo?

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

I granata sono tornati in massima serie, quasi inaspettatamente, lo scorso maggio, a seguito di un palpitante finale di stagione. Eppure non è stata una cavalcata, sempre stabilmente nelle zone alte della classifica ma mai costantemente tra le prime due. La promozione tanto sognata è arrivata con tutta l'estate in ansia per la situazione legata alla multiproprietà di Lotito. L'impatto con la nuova serie è stato traumatico, sempre in piena zona rossa e tanti gol subiti. Inevitabile il cambio di guida tecnica da Castori (che pure tanto bene ha fatto) a Colantuono. Martedì nel turno infrasettimanale è arrivata la seconda vittoria stagionale, in rimonta, a Venezia. La rosa granata, per come è composta, ha sicuramente nell'attacco il suo punto di forza. Tra Ribery e Simy due bocche di fuoco ben aiutate dai vari Bonazzoli, Gondo, Djuric. Il problema è che tra infortuni e condizione precaria non sempre i due sono stati capaci dei numeri impressi altrove in carriera. La difesa è spesso un colabrodo e il disastro è completo. Comunque arriveranno al match a 7 punti, penultimo posto e a -1 dalla zona salvezza. Insomma, nulla è impossibile.

Precedenti e probabile

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

In serie A c'è un solo precedente a Salerno, datato 1947/48 e terminato 3-3. Gli altri incontri sono tutti distribuiti tra serie B e Coppa Italia, con gli azzurri che non si sono mai imposti in serie cadetta, mentre l'ultimo successo nella coppa nazionale è dell'agosto 1982 (0-1). L'ultima volta, nell'aprile 2004, terminò 0-0 in B. Mentre l'incrocio ufficiale più recente è la vittoria nel derby di Coppa Italia nel 2009 per 3-0, ma si giocava a Napoli in quella occasione. Colantuono medita di schierarsi con il 4-3-1-2, dovendo fare comunque a meno di alcuni calciatori come a centrocampo dei due Coulibaly. Davanti con il confermatissimo Ribery i ballottaggi sono aperti Bonazzoli-Gondo e Simy-Djuric.

(4-3-1-2): Belec; Zortea, Gyomber, Strandberg, Ranieri; Obi, Di Tacchio, Kastanos; Ribery; Bonazzoli, Simy. All.: Colantuono

a cura di Tony Sarnataro

©RIPRODUZIONE RISERVATA