Inter, Suning pronto a cedere il club nerazzurro per necessità

di Sara Ghezzi
inter branca

La crisi economica dovuta alla pandemia mondiale da Covid-19 ha colpito anche il calcio, in particolare l’Inter. Stando a quanto riporta il Corriere dello Sport, infatti Suning sarebbe pronto a discutere la cessione della società per necessità. Le difficoltà economiche del colosso cinese si sono accentuate nel corso del 2020 e le cautele del governo di Pechino ne sono l’effetto. Fondata da Zhang Jindong nel 1990, Suning ha approfittato del grande sviluppo economico cinese post-globalizzazione. Ha creato un impero distribuendo beni di consumo, agevolato dalle famiglie che si aprivano alla possibilità di far entrare nelle proprie case elettrodomestici e l’elettronica. Grazie a questo fenomeno Zhang ha aperto circa 1600 negozi, resistendo all’e-commerce, creando una partnership con Alibaba e creando un modello misto di negozi tra fisici e online. L’avvento della pandemia però ha rallentato questa macchina che sembrava perfetta, ma che già nel 2019 aveva perso forza, con una concorrenza sempre più spietata. Il motore economico del gruppo Suning.com ha segnato una perdita di 153 milioni di dollari nei primi 9 mesi.

CLICCA QUI PER LE ULTIME SULLA CESSIONE DI LOBOTKA

Suning nel mondo del calcio

Conte in conferenza
Antonio Conte (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Questa crisi del colosso cinese riflette nel mondo del calcio, infatti da come si legge dal Corriere dello sport:

 Cosmin Olaroiu, allenatore del Jiangsu Suning fresco campione, intenderebbe rivolgersi alla Fifa per il pagamento degli stipendi mentre la Premier League ha citato l’emittente di Zhang per 180 milioni dopo la rottura del contratto per i diritti in Cina. Anche nel pagamento dei diritti della Serie A (acquistati da Suning) si ventilano difficoltà.

Sembrerebbe quindi che l’Inter nei prossimi mesi possa vedere un nuovo cambio in società.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy