Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Allarme Covid, le possibili decisioni di Spalletti e società in vista di Mosca

Luciano Spalletti (Photo by SSC NAPOLI via Getty Images)

Le possibili decisioni di Spalletti e del Napoli

Sara Ghezzi

Dopo la sconfitta contro l'Inter ora il Napoli dovrà concentrarsi sulla sfida di Europa League contro lo Spartak Mosca. Sarà difficile però per Spalletti non lasciarsi attanagliare dalle preoccupazioni. Infatti oltre ai tre punti persi, che non rappresentano di certo un dramma sportivo, deve fare i conti con l'infortunio di Victor Osimhen e il covid. In questo momento ci sono tre casi di positività in squadra che creano non poca tensione in vista della rischiosa trasferta in Russia.

Allarme Covid, le possibili decisioni di Spalletti e società in vista di Mosca

 Luciano Spalletti (Photo by SSC NAPOLI via Getty Images)

L'edizione odierna de La Repubblica ha dedicato spazio alla problematica legata alla situazione contagiati in casa Napoli. Di seguito un estratto dell'articolo:

"Il Napoli s’è lasciato subito alle spalle la malanotte di San Siro ed è tornato in aereo alla base, con il rammarico per la sconfitta e la consapevolezza di dover convivere con l’allarme Covid. I due casi di positività a distanza di 24 ore che hanno fatto finire in isolamento fiduciario prima Politano e poi il giovane Zanoli. Quest’ultimo partito regolarmente con i compagni per la Lombardia e messo fuori gioco soltanto dall’esito dell’ultimo tampone (eseguito a poche ore dalla gara di ieri), costringeranno infatti il club azzurro a tenere altissima la guardia nei prossimi giorni contro il rischio di un focolaio all’interno dello spogliatoio.

Proprio per questo motivo è stato già organizzato dallo staff medico un ulteriore ciclo di controlli per tutto il gruppo squadra. E che si impongono anche in vista della delicata sfida di dopodomani in Europa League con lo Spartak Mosca. In Russia la pandemia sta picchiando duro e mettersi in viaggio in un clima di grave incertezza non faciliterà di certo il lavoro di Spalletti.

De Laurentiis aveva chiesto inutilmente all’Uefa di prendere in considerazione l’ipotesi del campo neutro. Ora è molto preoccupato anche per i casi di Politano e Zanoli, che si sono aggiunti tra l’altro a quello della settimana precedente di Demme. Motivo in più per trasformare in un blitz il viaggio a Mosca, dove il Napoli si tratterrà per pochissime ore e rimarrà quasi sempre blindato in albergo. Le conferenze stampa della vigilia e pure la seduta di rifinitura di domani mattina si svolgeranno infatti nella sede sociale di Castel Volturno e non in Russia. Si tratterà insomma per Insigne e compagni di una toccata e fuga e non è escluso che qualche big venga lasciato per precauzione a casa. Domenica arriva al Maradona la Lazio di Sarri e col rischio di un focolaio ogni precauzione va presa con cura."