Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Spalletti, messaggio alla squadra in vista della Fiorentina: “Lamentarsi è da sfigati”

(Getty Images)

Spalletti manda un messaggio alla squadra, la Coppa Italia non può essere abbandonata nel vittimismo: "Lamentarsi è da sfigati"

Domenico D'Ausilio

Luciano Spalletti si è disegnata una squadra azzurra a propria immagine e somiglianza affinché la Coppa Italia e la partita con la Fiorentina non rappresentino un rimpianto. La sorte ha deciso di intervenire, gli ha sottratto Insigne, Osimhen, Lozano, Mario Rui, Meret, Malcuit e anche Zielinski. Altri sono impegnati con le proprie Nazionali, ed allora si fa con quelli che ci sono, Petagna e Mertens per cominciare. In maniera tale da inviare un messaggio anche agli altri e s’intuisca che bisogna inventarsi gli straordinari per arrivare sino al quarto di finale con l’Atalanta.

Spalletti, messaggio alla squadra in vista della Fiorentina

 (Getty Images)

Non ci sono troppe scelte, però volendo Spalletti potrebbe industriarsi alla ricerca di equilibri che invece verranno chiesti attaccando. Petagna e Mertens rappresentano la sintesi della filosofia di un allenatore che ha scelto di non negarsi nulla, che insegue sogni da regalare ad una città capace di entrargli dentro immediatamente e di conquistarlo. La Coppa Italia, che è stata sua per due volte, che il Napoli ha conquistato nel 2012, nel 2014 e nel 2020, è un obiettivo che si affianca all’Europa League, che sfila appena appena più dietro del campionato, che non può essere abbandonata nel vittimismo: "Lamentarsi è da sfigati". Lo riporta l'edizione odierna del Corriere dello Sport.