Serie A, finale con i tifosi: stadi aperti al 20% della capienza

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
Vaccino calciatori

L’ultima partita di Serie A con i tifosi, almeno per il 20 per cento della capienza degli stadi. Gli spettatori dovranno avere il green pass, dunque o vaccinazione completata, o infezione superata, o tampone negativo nelle ultime 48 ore. Lo riporta l’edizione odierna de Il Mattino.

Serie A, finale con i tifosi negli stadi?

Stadio Diego Armando Maradona (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Al Comitato tecnico scientifico, però, c’è una certa freddezza, ancora non c’è stato un approfondimento su questa ipotesi. Gli assembramenti di Milano per la festa scudetto dell’Inter hanno rilanciato in modo prepotente il dibattito sulla riapertura degli stadi. “È più facile controllare mille persone in un impianto che in una piazza”, ha sottolineato ieri il sottosegretario al Ministero della Salute, Andrea Costa. Il governo e il mondo del calcio stanno lavorando di concerto in questo senso. Giovedì il numero uno della Lega, Paolo Dal Pino incontrerà appunto Costa. L’idea era quella di riaprire per le ultime due giornate. Molto più facile che il via libera arrivi per la 38esima. Il 19 maggio via libera per i tifosi al Mapei Stadium di Reggio Emilia dove andrà in scena la finale del trofeo nazionale tra Atalanta e Juventus. Accesso consentito al 20% dei tifosi, parliamo di circa 4.000 persone. Sempre con le solite modalità: tampone, vaccino o anticorpi. Da giorni la Lega sta facendo sopralluoghi per capire come gestire i flussi senza che si creino assembramenti all’ingresso. Escluso si usi un’App. Da capire le modalità con cui verranno messi in vendita i tagliandi.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy