Pistocchi: “Sarri sogna un ritorno in Premier, ma non chiude le porte all’Italia”

di Sara Ghezzi
sarri Fiorentina

In queste settimane sono molte le voci intorno al nome di Maurizio Sarri. Infatti il tecnico toscano sarebbe nel mirino di diverse squadre di Serie A, ma anche di Premier League. Tra queste ci sarebbe il Napoli con De Laurentiis che avrebbe contattato l’ex tecnico azzurro per discutere di un possibile ritorno. Infatti il presidente dopo le ultime due stagioni deludenti starebbe pensando ad una rifondazione al termine della stagione ripartendo proprio dal tecnico che portò la squadra azzurra vicina al terzo scudetto attraverso un gioco spumeggiante. Al momento però è necessario concentrarsi solo sul proseguo della stagione che vede Gattuso e i giocatori impagati a continuare la rincorsa al quarto posto e già domani contro il Sassuolo bisognerà dar continuità alla vittoria di domenica. Ne ha parlato il giornalista Maurizio Pistocchi intervenuto ai microfoni di Radio Crc nel corso della trasmissione ‘Arena Maradona’.

Sarri pronto al ritorno in panchina, il commento di Pistocchi

sarri juventus esonero
Maurizio Sarri (Photo by Daniele Badolato – Juventus FC via Getty Images)

Di seguito le sue parole:

Sarri vorrebbe di nuovo la Premier ma la famiglia spinge per restare in Italia. Sono vere le voci sul Napoli. Ma occhio pure a Milan e Roma”.

Su un possibile esonero di Gattuso

“Dopo tutti gli errori commessi in questi anni, non credo che De Laurentiis esoneri Gattuso in vista della fase finale del campionato. Dopo il successo sul Benevento, il Napoli ha ritrovato qualche certezza in più. Tuttavia, centrare la Champions sarà molto complicato”.

Sulle dichiarazioni di Orsato

Apprezzabile la scelta di ammettere l’errore su Pjanic ma ritengo impossibile che l’arbitro e il Var non si siano consultati. Eppure, da quanto ci dicono, manca solo l’audio di quell’episodio. Si fa fatica a credere a tutto ciò”.

 

QUI PER SEGUIRCI SU FACEBOOK

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy