Napoli dà una lezione all’Italia: dal campo agli spalti. L’analisi

di Alessandro Silvano Davidde, @ASDavidde
Ticketone stadio

Il campionato si ferma, ma a metà. Incredibile, vero. Per gli organi della Serie A ci sono squadre che meritano e altre no: si tratta dell’ennesima figura all’italiana.

Serie A rinviata, anzi no. Che figura

 

Nel giorno in cui con il rinvio di Juve-Inter e l’autorizzazione invece a giocare senza problemi Napoli-Torino si scopre ufficialmente che per i vertici del calcio italiano un polmone piemontese bianconero vale ben più di una faringe partenopea biancazzurra. Vedi se in questo paese dobbiamo fare tutto noi…

 

Così Anna Trieste punzecchia un po’ tutta Italia per la gestione dell’emergenza Coronavirus. Dagli striscioni contro i napoletani da parte dei bresciani, fino ai rinvio di mezzo campionato: forse Agnelli si preoccupa troppo della gestione degli abbonati oppure c’è timore nel giocare a porte chiuse. Serve più calma e dialogo, coerenza nelle decisioni. E responsabilità. Ieri sera il Napoli ha fatto capire che è tutto questo è possibile: allo stadio in tanti, una partita vinta con merito e dei tifosi responsabili e umani che rispondono alle illazioni di tanti al Nord semplicemente stando vicino a chi è stato colpito dal virus. E chest è.

 

Curva b napoli torino
Nelle tragedie non c’è rivalità: uniti contro il Coronavirus
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy