Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Montefusco: “Osimhen deve capire che è ancora scoordinato. Anguissa out? Un dramma”

Vìctor Osimhen (Photo by SSC NAPOLI via Getty Images)

Ecco le dichiarazioni di Enzo Montefusco ai microfoni di Radio Marte

Francesco Casillo

Enzo Montefusco allenatore napoletano è intervenuto ai microfoni di Radio Marte. Il tecnico ex Napoli e Taranto ha commentato il doppio infortunio di Osimhen e Anguissa e non solo. Montefusco ha espresso un parere anche sulla attuale situazione in casa Napoli tra rinnovi e probabili arrivi a gennaio.

Montefusco: "Anguissa è la vera perdita. Osimhen deve crescere, non può sempre farsi male!"

 (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Ecco le dichirazioni del tecnico 76enne

Su Osimhen 

"Osimhen deve capire che è ancora scoordinato. Va su tutti i palloni, ha esuberanza fisica. Però si fa sempre male, come l'anno scorso a Bergamo o in Nazionale. Questo perché non ha i tempi giusti".

Su Anguissa

"Per me l'uomo più importante che manca ora è Anguissa, finora è stato il più importante del Napoli facendo la differenza in ogni partita".

Sul rinnovo di Insigne

"Penso sia venuto il momento per il Napoli di capire cosa deve fare conInsigne".

Sui possibili acquisti di gennaio 

"Cavani o Icardi a gennaio? Ma come fa Spalletti a prendere Icardi dopo il casino che hanno fatto all'Inter? Peraltro sostenere questi ingaggi per il Napoli sarebbe ridicolo".

Su Petagna 

"Petagna? Giocatore che serve molto al gioco del Napoli, viene incontro ai compagni, tiene la palla, fa salire la squadra. Non è un fenomeno ovviamente però in questo momento può sopperire. Oppure devi tornare a fare il calcio dei piccoletti mettendo Mertens".

Su Inter-Napoli

"Il Napoli ha creato più quando ha sostituto Lozano e Insigne che prima. Chi sostituirà i giocatori che non ci sono sarà all'altezza. Io ho sempre detto che il Napoli per me è la più forte, anche in panchina. Ora sarà l'occasione per vedere questi giocatori come si comporteranno. Mi auguro solo che Spalletti non faccia giocare Elmas sulla fascia destra come ha fatto a San Siro".