rassegna

Napoli sulla graticola, a febbraio si decide il futuro: ma c’è una speranza

napoli
La necessità primaria è quella di tornare al gol
Emanuela Castelli
Emanuela Castelli Giornalista 

Il Napoli di Mazzarri è appeso ad un filo e, mentre dopo la debacle con il Milan si allontana ancora di più dalla Champions, dovrà trovare risposte alle tante domande inevase in tempi da record: febbraio è la deadline, ma c'è una speranza. Ne parla oggi il Corriere dello Sport, ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione:

"Ma ora, cosa fare? Chiederselo è legittimo, ed anche doloroso, perché se pure a San Siro, dopo averci provato, il Napoli consegna il compito in bianco, la speranza si chiama Victor Osimhen: i gol, si sa, cambiano la vita, le prospettive e chiaramente gli orizzonti. Genoa, Barcellona, Cagliari e poi Sassuolo: a febbraio si decide il futuro del Napoli. Dentro o fuori da tutto, anche da se stesso".


Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Napoli senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Calcio Napoli 1926 per scoprire tutte le news di giornata sugli azzurri in campionato e in Europa.