Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Sconcerti torna su Napoli-Lazio: “Trentatré passaggi prima del gol di Fabian Ruiz!”

(Photo by Getty Images)

Mario Sconcerti, noto opinionista sportivo, è intervenuto ai microfoni di TMW Radio ed ha parlato del campionato di Serie A

Luigi Orti

Ai microfoni di TMW Radio, il direttore Mario Sconcerti ha commentato le ultime notizie dell'attualità calcistica, in particolare la prestazione del Napoli contro la Lazio, il caso plusvalenze della Juventus, le difficoltà di Allegri e l'assegnazione del Pallone d'Oro a Messi.

Le parole di Sconcerti su Napoli-Lazio

(Photo by Getty Images)

Tra le domande rivoltegli, una riguarda l'incredibile prestazione azzurra nella recente vittoria contro la Lazio: "È stato un bellissimo Napoli, mi aspettavo una Lazio migliore, ma non c'è stata partita. A un certo punto il Napoli si è allenato. Sul quarto gol ci sono stati trentatré passaggi prima del gol di Fabian Ruiz".

Successivamente Sconcerti si sofferma proprio sulla notizia riguardante la Juventus e il caso plusvalenze: "Chiunque usasse le plusvalenze per falsificare un bilancio andrebbe incontro dai tre agli otto anni di carcere, con il penale rafforzato anche dal fatto che la Juventus è in Borsa. Nel momento in cui dovesse essere decisa una cosa del genere, siccome sarebbe servita a vincere, potrebbe anche essere che ci siano società che chiedano danni. La giustizia sportiva potrà intervenire nel momento in cui avrà i verbali degli interrogatori e delle intercettazioni telefoniche della procura".

In seguito, rimanendo sul tema Juventus, ha parlato nello specifico di Allegri e delle sue difficoltà in questo momento: "Allegri è a cavallo di un punto interrogativo molto grosso, c'è un interrogativo importante anche sulla società, che viene dopo altri tipi di eventi come la Superlega, il caso Suarez, tutti tentativi di accelerare soluzioni che stanno tardando ad arrivare".

Infine, ha commentato l'assegnazione del Pallone d'Oro a Messi: "Sono rimasto scandalizzato perché mi sembra che questa manifestazione si sia incartata su sé stessa. Non ha senso dare il Pallone d'oro a Messi in un anno in cui ha vinto solo la Copa América. Mi sa di impacchettato, non è una decisione tecnica".