rassegna

Mazzarri, al Meazza col 3-5-1-1: il tecnico si affida a Kvara e ad un grande ritorno

kvara mazzarri meazza
C'è da evitare si ripeta quanto visto con la Lazio
Emanuela Castelli
Emanuela Castelli Giornalista 

Mazzarri al Meazza schiererà il suo Napoli con il 3-5-1-1, assetto molto più prudente di quello che - indipendentemente dalla difesa a tre o a quattro - prevede il tridente offensivo là davanti e lo farà affidandosi a Kvara, spostato dietro la punta, e al ritorno di Zielinski.

Mazzarri punta su Kvara e Zielinski

—  

Ne parla oggi il Corriere dello Sport, ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione: "Mazzarri ha deciso di abbandonare (di nuovo, momentaneamente) il 4-3-3 che tanto piace alla squadra e anche il 3-4-3 (con Politano nel tridente), per tornare a un assetto molto più coperto e prudente, però con due carte che nelle intenzioni dovrebbero sparigliare il campo. La prima: Kvaratskhelia strappato alla sinistra naturale e dirottato a fare il trequartista alle spalle del Cholito, così da provare e eludere raddoppi, gabbie e ragnatele di fascia; Zielinski inserito nei cinque di centrocampo a galleggiare tra le linee, ad aggiungere nel carnet scatti e strappi che Cajuste per caratteristiche non ha nelle corde. Il piano è scritto: alzando il raggio di azione, quasi da trequartista aggiunto, toccherà a Zielo dettare tempi e cambi di assetto. E poi, con Lobotka più basso a scandire il ritmo, s aranno lui e Anguissa ad accompagnare con gli inserimenti il gioco offensivo di Kvara e Simeone, alimentando idee, fraseggio e verticali per il centravanti. Altrimenti nel deserto come il povero Raspadori all’Olimpico con la Lazio".


Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Napoli senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Calcio Napoli 1926 per scoprire tutte le news di giornata sugli azzurri in campionato e in Europa.