Marani: “Davide Ancelotti etichettato come raccomandato ma è destinato ad una carriera brillante”

Marani: “Davide Ancelotti etichettato come raccomandato ma è destinato ad una carriera brillante”

Matteo Marani, giornalista di Sky Sport, ha parlato delle critiche ricevute da Davide Ancelotti e dell’etichetta di raccomandato

di Salvatore Amoroso, @sonosal_amoroso

Matteo Marani, giornalista di Sky Sport, ha parlato delle pesanti critiche che Davide Ancelotti, secondo allenatore del Napoli, sta ricevendo in questo periodo. Critiche dovute al fatto di essere figlio di Carlo Ancelotti. Ecco uno stralcio del suo articolo sulle colonne di Tuttosport.

MARANI DIFENDE DAVIDE ANCELOTTI

A Paolo Maldini sono servite 5 Champions in bacheca per togliersi l’etichetta di figlio di Cesare. Ma è l’eccezione, perché la fama di raccomandato ha pesato su tutti: dai figli di Bruno Conti ai vessati eredi Pelé e Cruijff, passando per decine, centinaia di casi. L’ultimo si chiama Davide Ancelotti. E’ uno specialista di calcio, preparato e competente. Parla quattro lingue, ma ancora meglio conosce giocatori e fondamentali di gioco. Eppure non c’è dubbio che più di un malumore possa crearsi nello spogliatoio.

La scorciatoia familista è brutta e siccome è altrettanto insopportabile essere giudicati sul nome e non sul merito, da anni penso che sia indispensabile che ogni figlio segua una strada diversa dal genitore, specie se quest’ultimo è famoso. Libertà, lo spazio per costruire in proprio il percorso professionale e di vita. Se avrai fatto molta strada sarà tutto merito tuo, se ne avrai fatta poca sarà solo demerito tuo. Colpe e meriti dei genitori non possono ricadere sui figli. E sono convinto che Davide Ancelotti, il quale mi ha fatto un’ottima impressione sentendolo parlare, farà una brillante carriera una volta uscito dal cono d’ombra di papa Carlo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy