Bergonzi: “Arbitraggio in Juventus-Napoli? Si poteva fare meglio, mancano due rigori. Il VAR è fondamentale”

di Sara Ghezzi

Nel corso della trasmissione ‘Punto Nuovo Sport Show’ in onda su Radio Punto Nuovo è intervenuto Mauro Bergonzi. L’ex arbitro ha chiarito alcuni episodi arbitrali poco chiari nel corso della sfida Juventus-Napoli. Infatti alcune scelte dell’arbitro Mariani e del VAR non sono state prese bene da entrambe le squadre che hanno recriminato in più occasioni.

Juventus-Napoli: polemiche arbitrali

(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

RESTA SEMPRE AGGIORNATO SUL NAPOLI

Di seguito le sue parole:

“Premio Di Paolo ad Avezzano? Era un premio meritato. Ieri poteva fare meglio; mancano due rigori evidenti. La partita di Mariani e del VAR Di Paolo, si chiude lì, dovevano dare i rigori. C’è poco da dire, sul primo il VAR deve intervenire, sul secondo l’arbitro fa il gesto di niente con le braccia, che indica no, ma l’arbitro difficilmente ha colto l’entità del contatto, doveva andare al VAR a rivederlo. Il calcio di rigore a favore del Napoli dato al 90esimo, è simile a quello non dato su Zielinski”.

Sull’importanza del VAR

“Il VAR è diventato fondamentale nel calcio, deve aiutare l’arbitro, devono aiutarsi a vicenda, non si possono commettere errori in queste 9 partite infuocate. Chiaro ed evidente errore? Il protocollo lo può cambiare solo l’IFAB. Quando si arbitra in Europa il VAR è meno usato. Quando si parla di contatto, l’arbitro sul terreno di gioco deve valutare. Irrati alla Domenica Sportiva ha giustamente detto che l’arbitro di VAR deve scegliere se l’episodio è oggettivo o opinabile, e di conseguenza intervenire”.

QUI PER SEGUIRCI SU FACEBOOK

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy