Ilicic: “Sono stato vicino all’addio all’Atalanta, volevo giocare per lo scudetto. C’era anche il Napoli”

Ilicic: “Sono stato vicino all’addio all’Atalanta, volevo giocare per lo scudetto. C’era anche il Napoli”

Josip Ilicic ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport soffermandosi sul mancato arrivo a Napoli la scorsa estate

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
Torino Atalanta, Ilicic e Muriel mattatori

Josip Ilicic, attaccante dell’Atalanta, ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport, soffermandosi sul mancato arrivo a Napoli durante la scorsa sessione di mercato.

Ilicic: “Non c’era solo il Napoli”

Noi pensiamo troppo alla Champions, ma Gasperini non ha mai nascosto l’obiettivo Europa: quale, si vedrà. “Per me è chiarissimo quale: vivrei l’Europa League come un passo indietro. Io voglio giocare sempre la Champions: tornare indietro non mi piace, mi piace stare lì o andare avanti. Anche se sarà molto molto dura, questo è un campionato strano: non c’è solo la Roma, chi oggi è più indietro può fare una striscia di vittorie e avvicinarsi”.

La scorsa estate quanto è stato vicino a lasciare l’Atalanta? Da parte mia, molto vicino. Volevo fare un passo più avanti, giocare per lo scudetto. Lo dissi anche alla società: “Non ho più vent’anni: o posso vincere qui, o vado altrove”.

Altrove era Napoli: sei mesi dopo, si può dire che lei e l’Atalanta avete fatto la scelta giusta? “Non c’era solo il Napoli e il primo a chiamarmi per trattenermi fu Gasperini. Io non so cosa sarebbe successo se fossi andato via, se da un’altra parte avrei segnato, che ne so, trenta gol. Però so che quando sono rimasto ho detto subito: “Sono felice di dove sono”. Se sarei stato felice anche da un’altra parte non lo sa nessuno, di sicuro se uno non è felice non può fare quello che sto facendo con l’Atalanta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy