Feltri attacca ancora: “Ribadisco l’arretratezza del Sud, accusato di razzismo verso i meridionali”

Feltri attacca ancora: “Ribadisco l’arretratezza del Sud, accusato di razzismo verso i meridionali”

Vittorio Feltri, giornalista, ha lanciato nuove accuse verso il meridione nel suo editoriale per Libero

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
Feltri, il chiarimento
Vittorio Feltri

Vittorio Feltri, giornalista, ha lanciato nuove accuse verso il meridione nel suo editoriale per Libero, dopo le polemiche dei giorni scorsi per alcune sue dichiarazioni nei confronti del Sud Italia. Ecco alcuni passaggi.

Feltri attacca ancora il Sud Italia

“Di recente sono stato accusato di odio razziale rivolto ai meridionali poiché ho osservato che in alcuni casi essi sono inferiori rispetto ai settentrionali. Come se fosse una novità che nel Mezzogiorno non vi sono ovunque infrastrutture adeguate ai tempi. Per realizzare l’ autostrada Salerno-Reggio Calabria c’è voluto un quarto di secolo. Per arrivare a Matera con mezzi pubblici bisogna fare testamento. L’aeroporto reggino ha traffici limitati ed i voli lì destinati applicano tariffe esagerate.

Ribadisco che l’arretratezza del Sud non è una mia invenzione basata su antipatia verso nostri connazionali che abitano da Roma in giù. Bensì una realtà indiscutibile di cui è colpevole una classe politica cieca e inetta che ha abbandonato terre meravigliose. Se io sostengo che alcuni meridionali vivono in condizioni di inferiorità a paragone del resto del Paese vengo sbranato, tacciato di sacrilegio. L’ordine dei giornalisti ha già annunciato che mi processerà perché ho dichiarato quanto è chiaro a chiunque abbia occhi sani. Procedo senza indugi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy