Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Europa League, il destino del primato nel girone non è nelle mani del Napoli

(Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Il Napoli uscendo sconfitto dalla gara contro lo Spartak, ha di certo complicato il percorso verso la qualificazione al prossimo turno di Europa League.

Giuseppe Ferrara

Il Napoli uscendo sconfitto dalla gara contro lo Spartak, ha di certo complicato il percorso verso la qualificazione al prossimo turno di Europa League.

Europa League, il destino del Napoli dipende ancora tutto da se stesso, le possibili combinazioni

 (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Mercoledì nella fredda giornata di Mosca, è arrivata la seconda sconfitta stagionale di fila per il Napoli. Non bisogna fare drammi, in quanto gli azzurri arrivano da un momento di forma eccezionale e di certo sapranno rimettersi in sesto. Ma, il problema vero e proprio si è venuto a creare dopo che ieri, il Leicester ha battuto il Legia scavalcando gli azzurri in classifica.

Proprio per questo, l'ultima gara di Europa League può avere il peso di una finale, in quanto gli azzurri ovviamente sono obbligati a vincere e sono padroni del proprio destino, ma dovranno storcere un occhio anche sui risultati delle avversarie. 

Come riportato da "La Gazzetta Dello Sport" nell'edizione odierna, infatti il destino per la qualificazione dipende dai partenopei che dovranno dare il tutto per tutto nella gara casalinga. Se gli azzurri dovessero battere gli inglesi, ed in contemporanea lo Spartak dovesse superare il Legia, le due compagini arriverebbero a pari punti a quota 10. Ma con questo risultato, in merito agli scontri diretti entrambi a favore dei russi, il Napoli ugualmente non riuscirebbe a conquistare il primato nel girone, cosa che sembrava essere assolutamente alla portata degli uomini diSpalletti. Se gli azzurri non riuscissero a battere gli inglesi sarebbero eliminati dall'Europa League e con una concomitante vittoria del Legia contro lo Spartak arriverebbe addirittura ultimo, senza poter contare sul salvagente Conference League che premia la terza classificata.

Non bisognerebbe commettere l'errore di concentrarsi sulla gara degli avversari, ma bensì servirebbe prima battere gli inglesi in una gara tutt'altro che facile. Inoltre va ricordato che anche la terza del girone, non è del tutto fuori dall'Europa, in quanto si va ad aggiungere alle squadre già partecipanti in Conference League.