Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Difesa Napoli, il bunker è un ricordo senza Koulibaly e filtro a centrocampo

(Getty Images)

Dopo i due gol del Sassuolo, i tre dell'Atalanta: la difesa del Napoli subisce cinque reti nelle ultime due partite

Domenico D'Ausilio

Dopo i due gol del Sassuolo, i tre dell'Atalanta: la difesa del Napoli subisce cinque reti nelle ultime due partite. Un passo indietro del reparto, dove manca un pilastro come Koulibaly, rispetto alla solidità mostrata in tutta la prima parte della stagione. Dopo la sosta di novembre Ospina in campionato è riuscito a conservare la porta imbattuta solo contro la Lazio subendo otto reti nelle ultime quattro partite (in più i due gol subiti da Meret in Europa League nella trasferta persa per 2-1 a Mosca contro lo Spartak). Lo riporta l'edizione odierna de Il Mattino.

Difesa Napoli, il bunker è un ricordo

 (Photo by SSC NAPOLI via Getty Images)

La difesa ha sofferto soprattutto nella ripresa anche per il poco filtro del centrocampo. Lobotka aveva retto, poi è stato costretto ad uscire per infortunio e al suo posto è entrato Demme ma il tedesco che non è ancora al top della condizione (è guarito da poco dal Covid) non è riuscito a garantire lo stesso tipo di prestazione. E poi con il passare dei minuti per la stanchezza è calata l'intensità in fase difensiva anche degli esterni. L'Atalanta infatti ha potuto cambiare la partita con i cinque cambi, mentre Spalletti aveva gli uomini contati.