De Magistris: “Napoli sa reagire alle difficoltà, l’ha dimostrato. 2020 anno peggiore dopo la Seconda Guerra Mondiale”

di Mattia Fele

A Radio Kiss Kiss Napoli è intervenuto il sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Focus del suo intervento il superamento delle difficoltà da parte della civiltà napoletana e la situazione riguardo alla fine di un anno complesso come è stato per tutti il 2020 appena trascorso.

OSIMHEN POSITIVO AL COVID-19: LEGGI QUI GLI AGGIORNAMENTI

Le parole di De Magistris sul 2020

 

“Si può dire che complessivamente il 2020 sia stato un anno veramente orribile. Vi dirò di più: dopo la Seconda Guerra Mondiale è stato l’anno peggiore per l’umanità. Apriamo il nuovo anno con fiducia per il vaccino. Napoli ha saputo resistere e si farà trovare pronta alla ripartenza. La rinascita credo si avrà solamente nella prossima primavera. Napoli però è una città reattiva, come ha mostrato di essere al termine del lockdown. Bisogna rimanere positivi. 

L’aspetto positivo è questo: aver riscoperto il senso della famiglia. Proviamo allora in questo modo a cogliere il buono da ciò che ci è capitato e di correggere i nostri difetti. Da Sindaco, credo di aver riportato la città nel posto che merita a livello mondiale: prima della pandemia, eravamo tra le città turistiche più visitate negli ultimi anni. La nostra città ha una potenzialità enorme e ho reso possibile dimostrarlo ai nostri concittadini. Auguro a tutti un buon anno nuovo”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER CLICCANDO QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy