De Laurentiis, domani incontro con la squadra: si cercherà un armistizio senza ricorsi

Il Corriere dello Sport si sofferma sull’incontro di domani tra De Laurentiis e la squadra

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
Bilancio napoli De Laurentiis

L’edizione odierna del Corriere dello Sport si sofferma sull’incontro che avverrà domani a Castel Volturno tra Aurelio De Laurentiis e i calciatori del Napoli.

Il faccia a faccia tra De Laurentiis e i calciatori del Napoli

“Il ritorno da Liverpool fa bene al morale, manca un punto alla qualificazione e quel tweet immediato di complimenti del presidente è stato un segnale. Domani è un giorno buono per incontrare De Laurentiis, per cercare di scovare in se stessi le parole giuste, per affrontarsi, fronteggiarsi o semplicemente spiegarsi, senza che sia necessario arrivare ad uno scontro: hanno già dato. Ma è indispensabile, a questo punto, squarciare il velo dell’ipocrisia e spolverare nella propria coscienza, evitando di rifugiarsi in un linguaggio convenzionale: De Laurentiis è stato amabilmente accerchiato da Ancelotti e Giuntoli, si è confrontato con il DS a Roma l’altro ieri, ha mosso una serie di appunti anche per la gestione complessiva del pre-ritiro, però poi s’è liberato dell’ira che si portava appresso ed ha interpretato il ruolo del capitano d’azienda”.

“Ci sarà ancora modo di riflettere sugli interventi, sulle tesi, sulle contorsioni dialettiche per dare un senso, ammesso che si possa, all’ammutinamento; e semmai si proverà ad addolcire la punizione, a tentare di arrivare ad un armistizio o semmai ad uno sconto, senza doversi rifugiare nei ricorsi. Mentre De Laurentiis ha già chiaro tutto in testa: vanno ristabilite regole, ordine e rispetto. E poi andrà sistemato di nuovo il pallone al centro del cuore”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CARLO CIMMINO - 1 anno fa

    OGGI C’è SOLO DA ESSERE CONTENTI…
    Giusto per fare un po di critica, per me il peggiore in campo e stato Zieliski, io non capisco che apporto da a questa squadra…
    Allan forse ha capito che deve fare mea culpa..
    Ma quello che emerso è la capacita dell’allenatore.. l ha vinta lui avendo l’umiltà di capire che bisognava difendersi.
    Una nota doverosa per le capacità di CAPITANO di kulibaly, altro che Insigne, che non abbiamo minimamente risentito sul campo…. e come dice Alvino, poteva seguire la squadra in questo momento delicato, e non stare a casa a poltrire…. VERGOGNOSO…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy