Covid-19, la Campania non migliora: per gli esperti siamo in sindemia. Il significato

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
covid campania zona bianca gialla arancione

La parola giusta per definire lo stato attuale dell’epidemia da Covid-19 in Campania è stagnazione. Basta guardare i principali indicatori. L’indice RT di diffusione risulta più o meno stabile nelle ultime due settimane aggirandosi sempre attorno al valore di 1,3. Anche l’incidenza cumulativa dei nuovi casi è rimasta ancorata a quota 232. La regione per uscire dalla zona rossa deve invece dimostrare, nei prossimi due monitoraggi, di avere conseguito un calo costante degli indicatori della febbre epidemica nelle settimane precedenti la valutazione. Questo obiettivo sta diventando molto difficile da centrare.

CLICCA QUI PER I DIFFIDATI IN CASA NAPOLI

Covid-19, la Campania non migliora

Vaccini Campania
(Photo Facebook Vincenzo De Luca)

Alessandro Perrella, infettivologo dell’Ospedale Cardarelli di Napoli e componente dell’Unità di crisi regionale, ha spiegato la situazione ai microfoni de Il Mattino. “La Pandemia andrebbe definita ormai una Sindemia. Questa parola fu usata per la prima volta negli anni 90 da Merill Singer antropologo americano. Successivamente spiegata in maniera compiuta in un editoriale nel 2017 su The Lancet”. La Sindemia indica una serie di fattori. Condizioni morbose, socio economiche e culturali concomitanti. Ad esempio, altre malattie non infettive, densità demografica, livello di istruzione, indice di povertà, cambiamenti climatici, riscaldamento globale.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU FACEBOOK

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy