Coronavirus, il vademecum del Napoli: borracce personalizzate ai giocatori. Limitare i luoghi affollati

Come riportato da Il Mattino lo staff medico del Napoli ha parlato alla squadra in merito alle precauzioni da adottare per il Coronavirus

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
Abruzzo, le parole dell'assessore

Napoli a Castel Volturno

Nei giorni dell’emergenza Coronavirus, anche il Napoli prende le proprie contromisure. Inevitabilmente, come riporta l’edizione odierna de Il Mattino. Nulla di drammatico, ma le precauzioni nel quartier generale degli azzurri, sono aumentate rispetto a qualche giorno fa. Il responsabile dello staff sanitario, Raffaele Canonico, ha parlato alla squadra e ha messo in guardia sui pericoli del Covid-19. Non veri e propri divieti, ma una serie di suggerimenti che cambiano radicalmente le abitudini dei calciatori.

Coronavirus, il vademecum del Napoli

Anche qui al Napoli adesso ci sarà un vademecum comportamentale che suggerisce di limitare, al minimo, le presenze in luoghi affollati come i ristoranti o i teatri. Si seguono le indicazioni del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di sanità. E quindi, si lavano le mani con maggiore frequenza. Ai calciatori viene chiesto di evitare di bere dalla stessa bottiglia d’acqua tant’è che ogni borraccia è adesso personalizzata con iniziali e numero del calciatore. Ovviamente, durante la partita, viene chiesto di non farsi prestare bottiglie da nessun avversario. Canonico, parlando alla squadra, ha chiesto di evitare di scambiarsi asciugamani o magliette durante gli allenamenti. E chiaramente ai primi sintomi di febbre, anche di un familiare, bisogna subito allertare lo staff medico. Viene, inoltre, chiesto di limitare al minimo gli spostamenti nel giorno di riposo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy