Coronavirus, Ascierto: “Non c’è nessun rompete le righe. Bisogna riprendere le attività ma con la massima prudenza”

Coronavirus, Ascierto: “Non c’è nessun rompete le righe. Bisogna riprendere le attività ma con la massima prudenza”

di Mattia Fele
Ascierto vaccino

In attesa del bollettino quotidiano reso noto sul sito della Protezione Civile, il dott. Ascierto, medico napoletano che ha combattuto il virus in prima persona, ha voluto lanciare un appello ai cittadini. Focus del suo intervento la cautela da mantenere nei giorni prossimi, quando sarà ufficializzata la fase 2, e i cittadini potranno riprendere gradualmente le proprie attività economiche e sociali. Secondo Ascierto, in questi giorni è circolata tra gli italiani la convinzione che fosse possibile un rompete le righe, il che sarebbe pericoloso ed è fuorviante. Il virus, infatti, afferma il medico, è ancora in circolo e rischiamo di vanificare gli sforzi fatti in 8 settimane.

 

 

 

Le parole di Ascierto

“Il motivo per cui faccio questo video è perché negli ultimi giorni c’è questa sensazione di rompete le righe che non fa bene, perché il virus circola, il numero di persone infette è ancora alto. In Campania siamo stati bravi ma non possiamo abbassare la guardia. Ho avuto questa sensazione, come se le persone credessero che è tutto finito. Ho visto troppe persone non rispettare il distanziamento, troppe persone già senza le mascherine per strada. Attenzione, noi ora dovremmo fare proprio questo, mantenere l’allerta mascherina. Dobbiamo riprendere le nostre vite con la massima cautela, ma se non necessario, dobbiamo stare a casa. Abbiamo fatto grandi sacrifici, non vanifichiamo tutti con atteggiamenti superficiali. Non c’è nessun rompete le righe.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy