Caso Suarez, la FIGC precisa: “Chiesti gli atti alla Procura di Perugia da mesi ma…”

di Sara Ghezzi

La Federcalcio italiana quest’oggi ha diramato un comunicato ufficiale in merito al caso Suarez. Il giocatore uruguaiano lo scorso 17 settembre ha svolto l’esame per ottenere il passaporto italiano presso l’Università degli stranieri di Perugia. Secondo alcune indagini sarebbero emerse delle irregolarità nello svolgimento dell’esame con domande accordate per superare senza problemi il suddetto in vista di un eventuale tesseramento per la Juventus.

“Ancora nessun atto ricevuto dalla Procura di Perugia”

suarez
(Photo by Angel Martinez/Getty Images)

Di seguito il comunicato ufficiale della Figc:

“In relazione alle notizie di stampa in ordine alle iniziative assunte dalla Procura Federale con riferimento all’indagine della Procura della Repubblica di Perugia sul caso Suarez, si precisa che il Procuratore Federale, sin dal settembre scorso, ha formalmente richiesto la trasmissione degli atti al Procuratore della Repubblica di Perugia per le esigenze del procedimento disciplinare sportivo.

 Il Procuratore di Perugia Dott. Raffaele Cantone, ritenendo la sussistenza del segreto istruttorio, ha negato l’ostensione degli atti dell’indagine penale ai sensi dell’art. 329 del codice di procedura penale, riservandosi di trasmetterli alla fine dell’indagine ancora in corso, allorquando, in base al codice di procedura penale, sarebbero cessate le esigenze correlate al segreto istruttorio fissato dalla legge. 

Tanto rilevato è evidente che la Procura federale della FIGC, in base alle norme delle leggi dello Stato e del vigente Codice di Giustizia Sportiva non può che rispettare le determinazioni dell’Autorità giudiziaria ordinaria, nello spirito di proficua collaborazione istituzionale che ha sempre improntato i rapporti tra Organi di giustizia ordinaria ed Organi di giustizia sportiva”.

QUI PER SEGUIRCI SU FACEBOOK

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy