rassegna

“I centomila euro mettili nel c…”, Giuntoli smaschera Allan: Ancelotti fa l’indiano

(Photo by Andreas Schaad/Bongarts/Getty Images)

Il ds ha parlato dello screzio tra Allan e il vicepresidente, confermando anche le esternazioni rivolte dal centrocampista oggi all'Everton al numero due di casa azzurra

Giuseppe Canetti

L'edizione odierna de Il Mattino si sofferma sul caso ammutinamento. Il quotidiano scrive dell'udienza di Allan andata in scena nella giornata di ieri, rivelandone alcuni particolari. Di seguito quanto scritto sul quotidiano riguardo la vicenda.

La situazione di Allan

 Foto by Getty

Ecco quanto scritto su Il Mattino circa il caso ammutinamento:

"Il Napoli chiede la sanzione più alta ad Allan per l'atteggiamento avuto la notte tra il 5 ed il 6 novembre proprio nei confronti di Edo De Laurentiis, con tanto di frase offensiva nei confronti del dirigente partenopeo (I centomila euro mettili nel c...) quando già si paventava una possibile multa per la mancata presenza in ritiro nel centro tecnico. La difesa di Allan verte sul concetto stesso di ammutinamento. Il Napoli non ha mai parlato di ritiro punitivo. Allan all'epoca dei fatti era convocato ma infortunato (come dimostra un certificato del medico sociale Canonico che aveva prescritto 15 giorni di stop) e come indisponibile non poteva partecipare al ritiro chiesto dal club per migliorare le performance. Era presente come tesserato convocato. Ancelotti ha confermato che Allan era convocato, ma non schierabile (infatti, non figurava neppure in panchina). Il tecnico del Real ha anche aggiunto di esser stato contrario al ritiro voluto dalla società, ma di non aver ascoltato quella frase rivolta al vicepresidente. Diversa, invece, la deposizione dei teste voluti dall'avvocato Piacci. Il ds Giuntoli ha parlato dello screzio tra Allan e il vicepresidente, confermando anche le esternazioni rivolte dal centrocampista oggi all'Everton al numero due di casa azzurra. Anche il vice Pompilio ha confermato questa versione".