Altafini: “Sarri va applaudito, non fischiato. Tiferò Napoli”

Altafini: “Sarri va applaudito, non fischiato. Tiferò Napoli”

di Alessandro Silvano Davidde, @ASDavidde
Altafini Sarri

José Altafini, noto ex delle due compagini, ha rilasciato una lunga intervista a Il Mattino in merito della sfida di domani sera tra Napoli e Juventus. Le parole.

Altafini: “Basta con la storia del traditore”

 

Core ‘ngratAncora con questa storia? Sono passati ormai decine e decine di anni, basta…Ho fatto solo il mio dovere segnando per la mia squadra….Del resto da Napoli non sono andato via per mia volontà, non mi hanno rinnovato il contratto. Sarei rimasto volentieri, stavo da 7 anni, ricordo ancora la splendida accoglienza al mio arrivo. Semi avessero offerto il rinnovo con una buona proposta economica ci avrei pensato, ma questa offerta non è mai arrivata. Che avrei dovuto fare?

Troppi traditoreDobbiamo smetterla di considerare traditori tutti quelli che passano da una squadra ad un’altra. È il calcio, è la vita. Sono professionisti, capita di cambiare strada, succede anche ai calciatori e ai dirigenti. Non mi piace sentire parlare di tradimenti, questo è lavoro anche se c’è la passione dei tifosi che va rispettata. E allora cosa dovremmo dire dei politici? Loro cambiano ideologie e partito come se niente fosse, quello è tradimento. Nel calcio non esiste.

La vittoria a…Mi auguro bella e spero che vinca il Napoli, non sono certo tifoso della Juventus, anzi… Mio figlio è nato a Napoli e urla in casa quando segue le partite degli azzurri! Non è un momento felice per i ragazzi di Gattuso, ma con grinta e convinzione si può vincere. Sarebbe bello anche per riaprire il campionato, anche se il duello ora è tra Juve e Inter e non più col Napoli.Una sconfitta dei bianconeri darebbe interesse alla Serie A e linfa agli azzurri per risalire in classifica e anche in vista della sfida di Champions col Barcellona.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy