Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Adani: “Il Napoli mi piace, resta candidato allo scudetto per due aspetti”

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Daniele Adani, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Gazzetta dello Sport, soffermandosi sul Napoli e la corsa scudetto

Domenico D'Ausilio

Daniele Adani, ex calciatore ed opinionista, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Gazzetta dello Sport, soffermandosi sul Napoli e la corsa scudetto.

Adani sul Napoli e corsa scudetto

 (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Chi arriva davanti al giro di boa?

"L’Inter sembrerebbe favorita. Per come ci è arrivata lì davanti, cioè con la capacità di tenere anche quando non batteva le altre grandi: non si è mai scomposta, contro il Napoli ha rischiato di andare a -10 e invece ha ribaltato risultato e classifica e in due settimane ha livellato la classifica al vertice. Quindi per calendario, consapevolezza, qualità del gioco e forza della rosa direi Inter".

E il Napoli?

"Mi piace e rimane una candidata, perché anche nel momento di difficoltà mi è piaciuta contro Sassuolo e Atalanta. Perde Osimhen, che era una furia, ma ritrova Mertens e qualitativamente forse gioca anche meglio. Per qualità della rosa e mentalità dell’allenatore rimarrà là davanti: può non arrivare davanti a dicembre, ma può arrivare davanti a giugno".

La corsa-scudetto è fatta di bel calcio. Chi gioca meglio?

"Ora l’Inter, perché gioca un calcio vario e di interpretazione, che ha arricchito la solidità dell’anno scorso. In modo diverso mi piacciono anche il Milan, l’Atalanta che gioca un calcio di ritmo e intensità con qualche rischio messo in preventivo, e il Napoli un po’ spagnolo, con un calcio di natura palleggiata, dominante, di pazienza e accelerazione improvvista. Modi diversi di giocare, con l’Inter meglio delle altre: il gol di Dzeko alla Roma è il più bello per costruzione collettiva visto finora".