rassegna

Caso Acerbi, la questione è sul tavolo della Procura: ecco cosa rischia il difensore

Acerbi
L'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport ha svelato la possibile sanzione la quale potrebbe essere inflitta al centrale dell'Inter dopo l'insulto razzista a Juan Jesus: i dettagli
Edoardo Riccio
Edoardo Riccio Giornalista 

Non si placano le polemiche intorno all'episodio verificatosi nel corso della gara di San Siro di domenica tra Inter e Napoli. Juan Jesus, difatti, è stato vittima di un insulto razzista di Francesco Acerbi, finito nell'occhio del ciclone per alcune frasi discriminatorie indirizzate al brasiliano durante la partita. La questione è già passata sul tavolo della Procura federale, ma il calciatore dei nerazzurri rischia una lunga sanzione.

Caso Acerbi, intervento immediato della Procura: ecco cosa rischia

—  

Di seguito le parole riportate dall'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport: "Serve chiarezza, il prima possibile. Il calcio italiano nelle ultime settimane è stato travolto da una serie di scandali che hanno avuto risonanza internazionale. Una nuova macchia, faticosa da ignorare perché in contrasto con la politica che tutto il mondo del pallone, da Figc a Uefa, Fifa e club, porta avanti da anni. L’idea che un calciatore abbia rivolto un insulto razzista a un avversario è inaccettabile, dunque sul caso Acerbi-Juan Jesus bisogna intervenire con urgenza, ricostruendo i fatti ed eventualmente sanzionando in modo opportuno. Da ieri la questione è sul tavolo della Procura federale. Il Giudice sportivo, acquisito il referto arbitrale e il rapporto degli ispettori federali, ha deciso - come prevedibile - di chiedere un supplemento d’indagine al procuratore capo Giuseppe Chinè che si è subito attivato per acquisire immagini ma anche audio relativi al momento in cui Acerbi e Juan Jesus sono venuti a contatto. Al centro della raccolta delle prove ci sono però le audizioni dei due protagonisti. Il comma 2 ne definisce con chiarezza le sanzioni: «Il calciatore che commette una violazione di cui al comma 1 è punito con la squalifica per almeno 10 giornate di gara o, nei casi più gravi, con una squalifica a tempo determinato», oltre ad un’ammenda".


 

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Napoli senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Calcio Napoli 1926 per scoprire tutte le news di giornata sugli azzurri in campionato e in Europa.