ESCLUSIVA - Lozano tra tre: del Pachuca è il 40%. Tuzos pronti a cedere, ma da Napoli ancora nulla

Il Pachuca detiene il 40% (non il 20, come da abitudine) del cartellino di Lozano, ma lo cederanno al club che lo acquisterà dal PSV

 
Lozano

LUNEDÌ 3 GIUGNO 2019 ORE 8:03

Da mesi ormai per il Napoli risuona il nome di Hirving Lozano, l'ala messicana che dai Mondiali in Russia ha attirato su di sé la stima e le attenzioni dei grandi club. Col PSV in stagione ha siglato 17 reti in 30 partite: è indubbiamente il faro della squadra di van Bommel ma per la dirigenza olandese sarà difficile trattenerlo ancora.

Il calciatore, infatti, ha dichiarato recentemente di voler compiere il salto di qualità in una big per poter giocare "con e contro le migliori d'Europa" in Champions League.

L'ipotesi Napoli resta ed è concreta, tra i tanti club che puntano al ventitreenne, tra cui il Manchester United.

Il PSV valuta il cartellino del calciatore circa 40 mln di euro, ma non ne è l'unico proprietario: il Pachuca, club che ha dato i natali calcistici a Lozano e nel quale il calciatore ha militato per nove anni, ne detiene una plusvalenza, come sancito nell'accordo siglato con gli olandesi nel 2017.


Precisamente, membri dell'alta dirigenza della società messicana hanno confermato in esclusiva ai microfoni di calcionapoli1926.it, che si tratta del 40% del cartellino.

In generale la pratica che esercita il Pachuca, quando realizza trasferimenti di calciatori in Europa, è quella di trattenerne il 20% dei diritti. Tuttavia considerato il valore di Lozano, al momento dell'accordo con il PSV, si optò per una aumento della percentuale.

L'accordo varrà chiaramente soltanto nei riguardi del club che lo ha acquistato dai messicani, per cui se Lozano dovesse lasciare l'Olanda, il Pachuca venderebbe la sua percentuale al nuovo club, che potrebbe essere il Napoli.

Al momento tuttavia - ci confermano ancora in esclusiva - la società centroamericana non è stata informata di nessuna trattativa in corso. L'interesse del club di De Laurentiis esiste da tempo, ma non si può parlare ancora di proposta formale oppure ufficiale.

Molto dipenderà dalla volontà del calciatore, che ad ogni modo sembra ben disposto affinché che Mino Raiola lavori al tavolo con il Napoli e il PSV.

di Sabrina Uccello

 ©RIPRODUZIONE RISERVATA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.CALCIONAPOLI1926.IT