Ricorso Juve-Napoli, l’arringa di De Laurentiis al CONI: “Io 40 giorni a letto con il Covid. Serviva dare un esempio”

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
serie a de laurentiis

L’edizione odierna di Repubblica riporta l’arringa del presidente De Laurentiis durante l’udienza davanti al Collegio di garanzia del CONI. La sconfitta a tavolino con la Juve (0-3) e il punto di penalizzazione in classifica per la squadra di Gattuso sono stati cancellati dal massimo organo di giustizia sportiva. È stato ripristinato il concetto basilare dello sport: si vince e si perde in campo, salvo gravi infrazioni. Per questo a Insigne e compagni (risaliti al terzo posto) verrà permesso di rigiocare la partita dello scorso 4 ottobre a Torino contro i campioni d’Italia.

Ricorso Juve-Napoli, l’arringa di De Laurentiis

Aurelio De Laurentiis

Furono i provvedimenti delle autorità sanitarie a vietare la trasferta in Piemonte della squadra di Gattuso, dopo le positività al Covid di Zielinski e Elmas. Respinte le accuse della Corte d’Appello Federale, che avevano gettato un’ombra sul ruolo delle autorità sanitarie regionali. Dopo cinquanta minuti di discussione è parso dunque tutto chiaro, prima ancora dell’intervento di De Laurentiis. “Sono stato a letto 40 giorni col Covid, con sette componenti della mia famiglia. Avevo chiari i rischi. La Campania a ottobre era la regione con più contagi in Italia, serviva dare un esempio. Le illazioni della Figc contro di noi erano prive di ogni fondamento”. Il CONI ha fatto giustizia.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy