Serie A, il sottosegretario Zampa: “Gli stadi potrebbero riaprire a luglio. Quarantena? Il Cts non indietreggia”

di Claudia Vivenzio
Zampa stadi

Notizie importanti per la Serie A arrivano direttamente dal sottosegretario alla salute, Sandra Zampa, che si è espressa sulla possibilità di riaprire gli stadi ai tifosi. Linea invece più dura per l’eventuale riduzione da 14 a 7 giorni della quarantena in caso di positività.

Serie A, Zampa: “Gli stadi possono riaprire. Quarantena? La vedo dura”

San Paolo
Stadio San Paolo, Napoli

Sandra Zampa, sottosegretaria al Ministero della Salute, ha rilasciato alcuni importanti dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli durante la trasmissione di Radio Goal:

Seconda ondata ad ottobre? Non si può escludere. Gli esperti ci raccontano che è possibile. Dunque in vista di questo rischio, dobbiamo prepararci. Mi sento di sottolineare che noi non abbiamo sconfitto il virus, ci stiamo difendendo meglio dal virus. Voglio ricordare che dopo la Cina, noi siamo stati i primi. Questo significa che bisognava imparare. 

Sulla quarantena nel calcio

La vedo difficilissima questa cosa. Questa decisione non sarà presa solo da noi. Per adesso il Cts non ha mai preso in considerazione la possibilità di un trattamento diverso. C’è un discorso di eguaglianza ma anche di salute, fare un tampone ogni giorno significa irritare gola e naso. Ridurre da 14 giorni a 7 la quaratena? So che è una cosa importante. Ma io credo di più nella scelta di grande rigore che possano fare i diversi club e i calciatori. Ci vuole un po’ di sacrificio

Sugli stadi

Su questo mi sono già pronunciata. Credo che studiando modi e forme ci sia questa possibilità di riaprire a luglio gli stadi. Bisogna che i tifosi assumano uno impegno, così come le società. Credo molto nella responsabilità, che uno eserciti la propria. Se fosse così, secondo me si può fare

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy