Sergio Sylvestre sull’inno: “Non ho dimenticato le parole, ero solo emozionato”

di Mattia Fele
Coppa Italia, l'inno di Sergio Sylvestre

Nella serata di ieri, nell’ambito della finale di Coppa Italia tra Napoli e Juventus, il compito (sempre arduo) di esibirsi sulle note dell’inno di Mameli è spettato a Sergio Sylvestre. Il cantante, che partecipò ad Amici di Maria De Filippi ed anche a Sanremo, è stato protagonista di una gaffe nel mezzo dell’esibizione, dimenticando per un attimo le parole di una strofa dell’inno. Il giovane è stato presto attaccato e deriso sui social, considerato non all’altezza della situazione. Su Instagram il cantante ha voluto difendersi esprimendo il suo pensiero sulla serata di ieri. La situazione era infatti se non altro anomala: nessun tifoso sugli spalti e nemmeno la banda musicale ad accompagnare la sua voce, che risuonava e riecheggiava in un silenzio assordante.

 

 

CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELLA FINALE NAPOLI-JUVENTUS

 

Le parole di Sergio Sylvestre sull’inno

Coppa Italia, l'inno di Sergio Sylvestre
Queste le parole di Sergio Sylvestre nel ricordare la sua esibizione a cappella dell’Inno di Mameli in occasione della finale di Coppa Italia:

“E’ stata una serata molto emozionante, non sono mai stati così emozionato. Cantare l’inno in uno stadio così vuoto mi ha fatto bloccare perché mi è venuta una tristezza molto forte. Sono molto sensibile e questa cosa mi ha coinvolto tanto. Non mi sono dimenticato le parole, ero solo molto emozionato”.

 

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy