Lady Mertens racconta Dries: “In Belgio lo mando a buttare la spazzatura, a Napoli non posso: lo riconoscono subito”

di Giovanni Montuori

Kat Kerkhofs, moglie di Dries Mertens, ha parlato del bomber del Napoli un’intervista concessa al giornale belga Het Nieuwsblad, in cui appaiono anche delle foto particolari della moglie dell’attaccante belga. Di seguito le sue dichiarazioni.

La moglie di Mertens racconta Dries

Moglie Mertens

“Questo periodo di stop è stato il più lungo nella carriera di Mertens. È tornato in Belgio e qui non viene pedinato come a Napoli. È potuto tornare al supermercato per fare la spesa dopo un sacco di tempo. Qui posso mandarlo anche a buttare l’immondizia, a Napoli non è possibile perché lo riconoscono, ma qui non ha scuse (ride ndr). Dries è sbocciato tardi come calciatore ma ora fa cose pazzesche ed è diventato uno dei più forti al mondo”.

La moglie di Mertens ha poi parlato dellmincidente col Jet privato:

“Apparentemente sembrava più spaventoso di quanto non fosse. È stato piuttosto lento. Non ha mai pensato che stessimo per morire. Anche se ha sentito il pilota dire fanc***, fanc***, fanc*** (ride ndr)”.

Su possibili bambini in futuro:

“Bambini. Infatti. (ride ndr). Ci ho pensato, ma poi cosa devo fare se devo andare in Belgio o fare un programma? Chi ci verrebbe ad aiutare? Cose pratiche del genere. In ogni caso: sto cominciando ad arrivare a un’età in cui ti trovi di fronte alla tua fine biologica, per dirla senza mezzi termini. Ora, quando vado da un dottore, dice: se vuoi dei bambini, devi farlo subito. Mentre una volta era: hai tutto il tempo. Questo mi fa pensare. Ma non ho ancora una risposta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy