WADA, Russia squalificata 4 anni da tutte le competizioni per doping

WADA, Russia squalificata 4 anni da tutte le competizioni per doping

di Mattia Di Gennaro

La Russia è stata squalificata da tutte le competizioni internazionali per 4 anni. Lo ha deciso la WADA, agenzia antidoping. Alle ore 13.30 a Losanna ci sarà una conferenza stampa dove verranno spiegate, nel dettaglio, le motivazioni. Il portavoce del WADA ha dichiarato a riguardo che l’elenco delle raccomandazioni è stato approvato all’unanimità dai membri del Comitato esecutivo. Nessuna partecipazione dunque alle Olimpiadi di Tokyo del 2020 e nemmeno quelle invernali del 2022 a Pechino. Gli atleti non coinvolti nello scandalo doping potranno gareggiare ma non sotto la bandiera russa. La Rusada (agenzia antidoping russa) ha 21 giorni per appellarsi contro la squalifica. Per quello che riguarda il calcio non dovrebbe essere a rischio la partecipazione della Nazionale russa e nemmeno San Pietroburgo come sede di Euro 2020 in quanto la UEFA non rientra come “grande organizzatore di eventi” nei regolamenti sulle violazioni antidoping.

Squalifica Russia, le parole della Federcalcio

Queste le parole della Federcalcio russa sul caso: “La RFS non ha ancora ricevuto una posizione ufficiale della FIFA sulla decisione della WADA. Monitoriamo attentamente il rispetto della poltiica antidoping e speriamo non ci siano restrizioni da parte della FIFA nei confronti delle nostre squadre, nonché per l’organizzazione di eventi in Russia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy