Superlega, Cottarelli: “Concetto troppo vecchio, mi ricorda la Rivoluzione Francese!”

di Leonardo Litterio

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Carlo Cottarelli. Il Direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani ha parlato della Superlega.

Superlega, Cottarelli: “Concetto troppo vecchio, mi ricorda la Rivoluzione Francese!”

SuperLega Italia

Di seguito le dichiarazioni di Cottarelli:

SuperLega? Si tratta di una lega elitaria con club che si sono messi d’accordo tra di loro con 15 squadre fisse e poi a turno entrano le altre. Mi ricorda il periodo precedente alla Rivoluzione francese in cui c’erano alcuni che per nascita erano esclusi. È un concetto talmente vecchio che non posso accettarlo. Se fosse stato adottato anni fa adesso staremmo disputando la Serie A con la Pro Vercelli invece che la Roma, per dire. Il fatto che ci sia J P Morgan alle spalle mi preoccupa abbastanza, ci vorrà fare soldi, ma io non credo di essere interessato a seguire una cosa del genere. Ad un mucchio di persone questa cosa non piace. Bisogna cercare di combattere le tendenze per cui vincono sempre gli stessi, credo sia il risultato di ciò che riguarda il doping finanziario che limita le possibilità di una squadra di rilanciarsi.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy