editoriali

A Roma continua la corsa del Napoli, un pareggio prezioso. L’editoriale

(Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Il Napoli esce indenne dallo stadio Olimpico di Roma, con uno 0-0 che consente agli uomini di Spalletti di mantenere imbattibilità e primo posto. Giovedì sera arriva a Napoli il Bologna, avversario in cerca di riscatto.

Ivan Scudieri

Dopo oltre 40 anni il Napoli torna dall'Olimpico con un pareggio a reti bianche che mancava dal 1980. Contro la Roma gli azzurri non riescono a raggiungere la nona vittoria consecutiva.

Roma - Napoli, un pareggio prezioso

 (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Il Napoli continua la striscia utile in questo campionato, 8 vittorie ed un pareggio a Roma, sono risultati da esaltare. 25 punti, primo posto insieme al Milan, miglior difesa del campionato con solo 3 goal subiti. La Roma reduce dalla sonora sconfitta in Conference League aveva voglia di riscatto. E’ stata una gara combattuta e aperta ad ogni scenario fino all’ultimo istante. Si può recriminare di una mancata espulsione ad Abraham, di un rigore possibile negato su Anguissa, ma  evidenziare anche una grandissima occasione sprecata da Mancini vicinissimo al goal. Gli episodi possono condizionare come sempre una partita. Poteva essere una vittoria o una sconfitta, è stato un pareggio. Già il fatto che ci sia rammarico per una mancata vittoria all'Olimpico ci colloca in una dimensione che anche i tifosi più ottimisti, avrebbero difficilmente potuto pronosticare a inizio stagione.

Le scelte di Spalletti e Mourinho

 (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

La formazione iniziale: Ospina, Di Lorenzo, Mario Rui, Rrahmani, Koulibaly, Anguissa, Fabian Ruiz, Zielinski, Politano, Osimhen e Insigne. Spalletti conferma la formazione "base" con la solita alternanza in attacco a destra dove preferisce l'attaccante italiano. Mourinho ha tutta l'intenzione mettere in difficoltà i partenopei e schiera la migliore formazione possibile. Out Smalling. In attacco Abraham, Mkhitaryan e Zaniolo con Pellegrini, Cristante e Veretout pronti ad innescare le sortite giallorosse. 

Il match, momenti salienti

 (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Partita vivace con occasioni da una parte e dall'altra. Al 19' Mourinho ammonito per proteste, al 28' occasione Roma con Abraham che la manda fuori. Al 42' Insigne la manda sopra la traversa. Fine primo tempo. Nella ripresa il Napoli gioca d’attacco e al 60’ Politano serve Osimhen che dopo un rimpallo prende un palo, la palla rimbalza su Mario Rui che trova Karsdorp sulla traiettoria che la mette fuori. I giallorossi dopo un’inizio ripresa in sofferenza riescono a trovare diverse occasioni in cui mettono in seria difficoltà il Napoli. Al 66’ Pellegrini la manda alta e al 72’ Mancini va vicinissimo al goal di testa di poco fuori. Solo 3 le sostituzioni di Spalletti che mette dentro Lozano ed Elmas per Politano e Zielinski, e poco dopo Mertens per un Insigne dolorante. Al 88’ goal annullato ad Osimhen per fuorigioco, finisce il match è 0-0 tra Roma e Napoli.

Considerazioni

 (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Spalletti espulso a fine per un applauso all'arbito ritenuto "ironico" non ci sta. Zielinski non riesce a ritrovare se stesso, ma può solo migliorare. Demme, Mertens, Ghoulam, Ounas, Petagna, Lobotka, potranno dare un contributo considerati i numerosi impegni stagionali. La rosa appare solida e strutturata, laterali difensivi di ricambio a parte. Il Bologna arriverà giovedì sera a Napoli con il dente avvelenato dopo la sconfitta contro il Milan. Il Napoli dovrà necessariamente tornare a vincere per dare continuità di risultati ad una stagione che potrà continuare a rivelarsi avvincente. Il Milan incalza, l'Inter è un pò più dietro e le altre hanno mostrato discontinuità importanti.  Gli azzurri hanno la possibilità e il dovere di approfittarne. Adesso o mai più, uniti verso un unico obiettivo. Vincere non è per noi l'unica cosa che conta, ma quanto ci piace!

L'aforisma

Non importa se ti muovi piano, l'importante è che non ti fermi. Confucio