editoriali

L’Empoli fa il colpo al Maradona: Spalletti da primo a quarto in quindici giorni

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

L'Empoli si conferma una formazione ostica e guidata magistralmente da un signor allenatore come Andreazzoli. I toscani tornano a casa con il bottino pieno in una partita in cui il Napoli non ha demeritato.

Ivan Scudieri

Doloroso quanto accaduto ieri allo stadio Diego Armando Maradona. Rocambolesco il goal di Cutrone che porta in vantaggio i toscani. Gli azzurri abitano ancora i piani alti della classifica, ma la rotta va invertita subito.

Napoli - Empoli 0-1 una sconfitta che fa malissimo!

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Una partita maledetta. Traverse, pali, infortuni e i portieri avversari che contro gli azzurri sfoderano la migliore prestazione della carriera. Ma con tutto il rispetto per i toscani, il Napoli queste partite le deve vincere ad ogni costo se ambisce a lottare per raggiungere grandi risultati. E' una sconfitta che fa male, anzi malissimo, gli azzurri devono tornare ad essere più cinici sotto porta. Nonostante le buone prestazioni di Juan Jesus e Rrahmani, la difesa nelle ultime partite è decisamente crollata, con 10 goal subiti nelle ultime 6 partite in cui il Napoli ha collezionato 1 vittoria, 2 pareggi e 3 sconfitte, raccogliendo un bottino di solo 5 punti su 18 disponibili. Una vera emorragia che solo grazie al tesoretto accumulato in precedenza rende il distacco da Inter, Milan e Atalanta moderato.

Un anno da chiudere in bellezza, Milan e Spezia da battere

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Spiace per gli infortuni di Zielinski ed Elmas che vanno ad aggiungersi ad altre importanti defezioni in casa azzurra. Che il Napoli ieri pomeriggio meritasse di più è solo una magra consolazione. Ma bisogna guardare avanti e concludere in bellezza questo 2021. Nelle prossime partite il Napoli incontrerà il Milan nello scontro diretto al vertice e chiuderà il mese di Dicembre contro i liguri dello Spezia. Cercare di non perdere ulteriore terreno e restare agganciati ai piani alti è questa la missione di Mister Spalletti. Non può essere il rinnovo contrattuale la causa dell'involuzione di Insigne degli ultimi mesi, la piazza dovrà evitare di accanirsi contro il capitano. Alimentare polemiche non serve, l'auspicio è quello che la società possa intervenire nella prossima sessione di mercato. La rosa deve essere integrata, ci sono ruoli da rafforzare subito. Napoli si aspetta un segnale concreto dal presidente De Laurentiis.

L'aforisma

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Non arrenderti, sei ancora in tempo per cominciare da capo, accettare i tuoi difetti, sotterrare le tue paure, liberarti dalla tua zavorra e riprendere il volo. Mario Benedetti