editoriali

Doppio Insigne dal dischetto, Napoli-Bologna è 3-0. L’editoriale

(Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Nel posticipo della decima giornata, il Napoli accoglie il Bologna di Mihajlovic allo stadio Diego Armando Maradona. Nella seconda uscita stagionale in maglia nera, Limited Edition dedicata ad Halloween, arriva un'altra vittoria, stavolta è 3-0.

Ivan Scudieri

Il Napoli batte il Bologna 3-0 e raggiunge il Milan al primo posto in classifica. Eurogol di Fabian, Insigne sfata il tabù dal dischetto e realizza una doppietta. Domenica delicata trasferta a Salerno, prova di maturità per gli azzurri in una partita che sarà tutt'altro che facile.

Napoli - Bologna, Insigne si sblocca, Fabian Eurogol

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

 

A parte la solita alternanza tra Politano e Lozano sulla destra, preferito inizialmente il messicano e  la scelta di impiegare Elmas trequartista preferito a Zielinski, nessun altra novità nell'undici iniziale di Spalletti. Ospina tra i pali, Di Lorenzo e Mario Rui sulle fasce, Rrahmani e Koulibaly al centro della difesa. Anguissa, Fabian, Osimhen e Insigne al solito posto tra centrocampo e attacco. Mihajlovic risponde con un 3-4-2-1 senza Soumaoro e Soriano squalificati e Arnautovic infortunato, Orsolini e Vignato a ridosso di Barrow in attacco a provare ad infastidire la difesa partenopea. Il Napoli appare subito concentrato e dopo una serie di azioni d'attacco, al 18' riesce a trovare la via del goal con una staffilata di sinistro di Fabian Ruiz alla sua terza realizzazione stagionale. Al 38' tocco di mano di Medel, l'arbitro va al Var, è rigore. Insigne sfata il tabù dal dischetto e realizza il goal del 2-0.

Doppietta di Insigne, Napoli-Bologna è 3-0

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Il Bologna non riesce a rendersi pericoloso.  Al 61' secondo calcio di rigore assegnato per fallo di Mbaye su Osimhen. Il capitano, con la testa sgombra da pressioni torna sul dischetto ed è doppietta. Poco dopo, al 66', fuori Insigne e Lozano, dentro Zielinski e Politano. Il Napoli cerca con insistenza il quarto goal. Al 73' Anguissa dal limite dell'area lascia partire un bolide, è traversa piena. Al 75' lo stadio Maradona, omaggia il camerunense con una standing ovation al momento della sostituzione con Demme e contestualmente fuori anche Elmas per Mertens. Orsolini si rende pericoloso un paio di volte, in una,  all'85' su punizione bravo Ospina ad intercettare il tiro. Il Napoli continua ad attaccare e al 87' Osimhen salta in alto ma la palla va di poco al lato. Un attimo dopo, Ghoulam accolto dal calore del pubblico torna in campo sostituendo Mario Rui. Al 90’, Napoli-Bologna finisce 3-0

Considerazioni

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

La stagione si prospetta lunga e ricca di impegni e siamo certi che ci sarà spazio anche per quei giocatori che fino a questo momento hanno giocato meno. Ma al di là del minutaggio l'impressione è che ci sia una consapevolezza di base che permette di poter affrontare ogni avversario con la giusta concentrazione. Mancano 28 giornate al termine del campionato, un'eternità. La qualificazione Champions, che sembrava essere il vero obiettivo di inizio stagione, sembra essere alla portata. Sarebbe auspicabile trovare un punto di equilibrio anche con la tifoseria organizzata da cui ci si aspetta sostegno e passione per osare di più. Domenica si va a Salerno, il Napoli dovrà affrontare i granata con rispetto e concentrazione. Proseguire la striscia di risultati utili e fare la corsa unicamente su se stessi, è questo quello che dovranno fare gli azzurri. Con la speranza che sia un Halloween da ricordare.

L'aforisma

Non è abbastanza fare dei passi che un giorno ci condurranno alla meta, ogni passo deve essere lui stesso uno meta, nello stesso momento in cui ci porta avanti. Goethe