Gattuso, dalle partitelle in strada alla panchina del Napoli: 43 anni di fatica e successo per il condottiero azzurro

Oggi Rino compie 43 anni e, oltre ad augurargli buon compleanno, l’auspicio è che resti sulla panchina azzurra a lungo: la sua storia di vita è la base dei futuri successi del Napoli

di Giovanni Frezzetti, @GioFrezzetti
Gattuso

Rino Gattuso oggi festeggia i suoi 43 anni di una vita intensa, ricca di successi e di sacrifici per raggiungerli. Dalle partitelle in strada e in spiaggia è giunto fino alla panchina del Napoli, passando per i successi con la maglia del Milan e il mitico Mondiale del 2006. Gattuso ha sempre affermato che “il calcio l’ha fatto uomo  e gli ha dato molto più di quello che lui gli abbia dato”. Ma Gattuso in questa affermazione si è sminuito, ha messo in mostra tutta la sua umiltà, perché Ringhio al calcio ha dato tantissimo. È stato parte dei sogni di una generazione, ha incarnato la loro grinta, la loro voglia di inseguire i sogni. Questo perché Rino, come da lui affermato, “non sa tirare una punizione e non sa fare un assist, eppure ha vinto un Mondiale”. Proprio per questo rappresenta i ragazzi comuni, quelli col sogno del pallone che non hanno mai mollato.

CLICCA QUI PER LE ULTIME SUL NAPOLI

Il Gattuso napoletano

supercoppa
(Photo by Marco Rosi/Getty Images)

Ma Gattuso, appese le scarpette al chiodo, ha continuato a lottare per scalare la vetta del calcio, passando dal campo alla panchina. Lui che “ha passato una vita in strada, non perché non avesse una famiglia, ma perché era l’unico modo per praticare sport e per fare amicizia”, ora si ritrova a capo della grande famiglia azzurra. Sulla panchina del Napoli Ringhio ha già avuto due grandissimi successi: la Coppa Italia dello scorso anno, ma soprattutto aver riportato entusiasmo in un ambiente un po’ appiattito dalla gestione Ancelotti. Gattuso, purtroppo, viene spesso sottovalutato dai tanti commentatori calciatrici improvvisati che non gli danno i giusti meriti. Rino è un grande uomo, una persona come non esistono quasi più, ma è soprattutto un allenatore che può fare grandi cose. La sua idea di calcio è più moderna che mai e la sua gestione della squadra é alla vecchia maniera: un mix perfetto per il successo. Ma ci vuole pazienza, un allenatore di 43 anni é come un calciatore di 23: è un giovane. Rino ha uno staff competente che lo circonda, a partite dal suo vice Gigi Riccio che lavora dietro le quinte ma che é una componente fondamentale di questo Napoli.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER

Il futuro

bruscolotti napoli gattuso
(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Bisogna avere quindi pazienza e avere fiducia nel condottiero Gattuso. Non bisogna sputare sentenze troppo affrettate. La piazza partenopea ha bisogno di equilibrio, e deve trovarlo per il bene del Napoli. Questa squadra presto diventerà lo spirito di Ringhio: un Napoli galantuomo ma allo stesso tempo lottatore. Gattuso é un vincente, nella vita e nel calcio, e lo dimostrerà anche a Napoli. Che dire, auguri mister! E che questi successi possano continuare ed essere sempre più a tinte azzurre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy