Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

calciomercato napoli

Marchetti: “Il Napoli con Nandez troverebbe un nuovo Allan. Belotti? Per adesso no”

Marchetti: “Il Napoli con Nandez troverebbe un nuovo Allan. Belotti? Per adesso no”

Le dichiarazioni del giornalista Sky Luca Marchetti anticipano le possibili operazioni in entrata ed uscita del Napoli nella sessione invernale di calciomercato.

Francesco Casillo

Luca Marchetti esperto di calciomercato è intervenuto ai microfoni di Radio Marte. Il noto giornalista Sky ha commentato le possibili cessioni in casa Napoli e i possibili arrivi di Nandez e Belotti alla corte di Spalletti.

Marchetti: "Spalletti si divertirebbe con Nandez. Il Napoli cederà Manolas"

 Nahitan Nandez (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Di seguito le dichiarazioni di Luca Marchetti

Su un possibile arrivo di Nandez 

"Nandez al Napoli? Lui vuole andare via da Cagliari e lo ha dimostrato specie nei mesi estivi, presentandosi tardi al ritiro. Il caso è rientrato, lui ha giocato ma - come altri - non si è contraddistinto. Lui vuole andare via, se si trova una soluzione il giocatore l'accetterebbe. Per me non è la prima scelta per il ruolo di terzino sinistro ma è un jolly, può giocare ovunque. A luglio il problema fu il Cagliari che ha fatto un investimento e vorrebbe vederselo riconosciuto. Un'idea di prestito potrebbe trovare terreno poco fertile in casa Cagliari. Poi purtroppo per il club oggi la situazione è difficile, potrebbero mettere in mostra in contesti più efficaci giocatori poi da cedere. Magari si può facilitare l'opera di cessione a luglio. Di certo Nandez è uno di quei giocatori che vuole andar via".

Sulle qualità tecniche e fisiche di Nandez

"Penso che le caratteristiche di Nandez siano però diverse da quelle di Anguissa. Lui assomiglia più ad Allan: uno più di corsa, molto mobile e duttile. Spalletti si divertirebbe con lui, così come sposta Elmas e Zielinski potrebbe fargli fare più ruoli. Potrebbe permettergli di cambiare pelle durante la partita. E' un'opzione per sostituire Anguissa non con un copione all'Anguissa".

Su un interessamento dell'Inter per Nandez 

"L'Inter lo vuole prendere a titolo definitivo? Ho i miei dubbi, a meno che non ci siano altre situazioni tra Inter e Napoli. Non vedo un mercato di gennaio molto fluido per l'Inter, la situazione prevede comunque un occhio attento al bilancio. Gli obiettivi economici rimarranno gli stessi anche per la prossima stagione. Se l'Inter non incassa non può spendere. Magari tra 2 anni scade il contratto di un giocatore e lo sostituiscono con Nandez. Ma secondo me è più un'idea che altro".

Sulle possibili cessioni in casa Napoli 

"Il Napoli costretto a cedere per questioni di lista? Se il Napoli decide di prendere qualcosa ovviamente potrà giostrare sulla lista, con i ragazzi usati in maniera residuale. Manolas da sostituire con Izzo? Izzo è sul mercato, non so se piace a Giuntoli o Spalletti, il Torino poi di solito alza il prezzo. Non ne ho sentito parlare in ottica Napoli ma ritengo che Manolas sia un probabile partente e che il Napoli debba andare a prendere un centrale con alto rendimento".

Su Belotti 

"Napoli su Belotti? Per gennaio credo che non ce ne sia bisogno. A giugno penso dipenda dai movimenti in quella zona. Per ora ha sotto contratto Mertens (con eventuale opzione di rinnovo), Osimhen e Petagna".

Sulla sfida di stasera di Europa League

"Napoli in Europa League? Non dipende soltanto da lui. Lo spareggio non è sicuramente un vantaggio, anzi. Le squadre che arrivano dalla Champions League sono tutte fortissime. Il Villarreal ha vinto l'Europa League, il Siviglia pure, poi ci sono Porto, Borussia Dortmund e Barcellona. Lo Sheriff ha avuto un exploit e poi si è spento.

Il Napoli deve pensare a sé stesso, dimostrare che gli sforzi profusi contro l'Atalanta hanno avuto un senso. Vincere dà fiducia. Se poi dovesse arrivare secondo ci sarà il rammarico di pensare alle partite sbagliate. Ma il Napoli ha la forza di andare a vincere contro il Leicester stasera. Anche gli inglesi hanno ambizioni ma sono in difficoltà. Penso che il Napoli abbia dimostrato con grande orgoglio di essere una vera squadra. E questo è il miglior risultato che potesse ottenere Spalletti".