Milik, la Roma ha cambiato le carte in tavola: De Laurentiis “innocente”. Il retroscena – RAI

di Claudia Vivenzio
Milik

La vicenda di Arkadiusz Milik ha del misterioso. Il calciatore da qualche mese a questa parte non conosce il proprio futuro. Prima la Juventus e le promesse di Sarri e Paratici, poi l’esonero di Maurizio e l’arrivo di Pirlo che fa saltare l’affare. Allora sbuca la Roma che gli promette il posto da numero 9 visto l’addio di Dzeko che sarebbe andato lì dove il polacco avrebbe preferito: a Torino. Dopo tanta titubanza e incertezza però, l’ex Ajax si era convinto della Capitale poi però… qualcosa è andato storto. A fare luce su quest’ultimo mancato passaggio di Arek al club giallorosso è l’esperto di calciomercato di Rai Sport, Ciro Venerato.

Milik-Roma, i giallorossi hanno cambiato le carte in tavola: il retroscena

milik

Stando a quanto riportato dall’esperto di calciomercato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, la Roma ad un tratto ha cambiato, anzi stravolto, le carte in tavolo per l’affare di Arkadiusz Milik.  La società giallorossa voleva un prestito biennale e non annuale, ma soprattutto ha richiesto l’inserimento di una particolare clausola: in caso di infortunio di Milik, il prezzo del riscatto del cartellino (essendo un prestito con obbligo) sarebbe stato dimezzato. A tali condizioni, il Napoli ha rifiutato.

E adesso? Al momento non ci sono soluzioni per il polacco in quanto il Valencia non può investire 25 milioni + 5 di bonus come richiede Aurelio De Laurentiis, vista la crisi economica nella quale stagna il club spagnolo. Il Newcastle invece è arrivato fino al tetto di 20 milioni, ma nonostante ciò non è una destinazione gradita al numero 99. Resterebbe da valutare il Tottenham.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy