Lozano-Napoli, il Decreto Crescita blocca la cessione: gli azzurri dovrebbero restituire l’80% di tasse

Lozano-Napoli, il Decreto Crescita blocca la cessione: gli azzurri dovrebbero restituire l’80% di tasse

di Sabrina Uccello
Lozano decreto crescita

L’avvento del calciomercato estivo porterà in casa Napoli cambiamenti e uno potrebbe riguardare il futuro di Hirving Lozano. Il calciatore è tenuto sotto attenzione da parte dello staff tecnico e dirigenziale azzurro, poiché ha costituito il più generoso investimento economico dell’era De Laurentiis ma non ha ancora mostrato il suo valore.

Il caso Lozano e il Decreto Crescita

Lozano, chance con il Napoli
Lozano (Getty Images)

Stando a quanto riferisce TuttoSport, Lozano resta nella lista dei partenti insieme a Koulibaly, Allan, Milik. Tuttavia sul conto del messicano va fatta una riflessione importante, poiché per pagare l’ingaggio da 4 milioni di euro netti, il club di De Laurentiis ottenne i benefici del Decreto Crescita. 

Invece di pagare il 100 per 100 di tasse, ha pagato solo il 20 per cento. Ma con la condizione che il calciatore rimanga nel club per almeno due anni. Se il Napoli lo cedesse nella prossima sessione di mercato, dovrà restituire allo Stato il restante 80 per cento di tasse non pagate.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy