Castagne lontano dal rinnovo con l’Atalanta: il Napoli può ancora dire la sua

Castagne lontano dal rinnovo con l’Atalanta: il Napoli può ancora dire la sua

di Maria Ferriero, @m_ferriero
Castagne, questione rinnovo

Per la dirigenza dell’Atalanta c’è una questione ancora in sospeso ovvero quella relativa al rinnovo di Castagne finito nel mirino del Napoli. La società bergamasca non lascia mai nulla al caso ma la posizione del calciatore resta particolare. Il suo contratto ha una scadenza fissata per il mese di giugno 2022 ma sul suo futuro resta un’ombra. O meglio ci sono tre alternative, come sottolineato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, rinnovo o cessione ricca o addio alle condizioni del presente.

Castagne tra dubbi e rinnovo

Castagne, questione rinnovo
 

Dal canto suo il calciatore non può di certo dirsi felice della stagione che sta vivendo. Prima si è ritrovato a dover fare i conti con un infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo di calcio. Poi le scelte del tecnico Gasperini che gli ha permesso di giocare pochissimi minuti tra Campionato e Champions League. Una situazione che mette il calciatore sulla lista dei possibili calciatori in uscita. Anche perchè, prima della pandemia, le parti stavano lavorando ad un rinnovo con una distanza economica. L’entourage di Castagna vorrebbe un incremento dell’ingaggio, infatti, pari ad almeno 550 mila euro. L’Atalanta fa fatica a raggiungere l’accordo ma i suoi piano sembrerebbero essere chiari. Prima rinnovare e, poi, guardare il mercato con una valutazione del calciatore pari a 20 milioni di euro. Intanto sulle tracce del difensore belga non mancano le pretendenti. Tra queste figurano Tottenham, Siviglia Leicester ma soprattutto il Napoli. Quest’ultimo è pronto a rilanciare dopo l’interesse dell’anno scorso ma sul piatto potrebbe essere un’offerta che non va oltre i 15 milioni.

CLICCA QUI PER LE ULTIME SUL MERCATO DEL NAPOLI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy