Milik, sì alla Roma: ha chiesto a De Laurentiis di rinunciare ai 300mila euro dell’ammutinamento

Il Corriere dello Sport si sofferma sulla trattativa fra Napoli e Roma per l’approdo di Arek Milik in giallorosso

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
milik

L’edizione odierna del Corriere dello Sport si sofferma sulla trattativa fra Napoli e Roma per l’approdo di Arek Milik in giallorosso. Ieri i dirigenti della Roma hanno ottenuto anche il sì di Milik. Dopo una giornata di febbrili trattative, cominciate al mattino, nel pomeriggio l’agente del giocatore, Pantak, ha chiuso l’accordo con la Roma, limando le ultime differenze sull’ingaggio. L’incontro, svoltosi a Trigoria, ha avuto verso sera il lieto fine che tutti si aspettavano. Al maxi vertice hanno partecipato, oltre a Pantak, Guido Fienga, Gabriele Giuffrida (intermediario della trattativa, vero artefice del mercato giallorosso con Busardò) e Ryan Friedkin.

Milik-Roma, il polacco non vuole pagare la multa dell’ammutinamento

Milik Roma
Arek Milik (Foto SSCN)

L’agente in serata ha fatto ritorno a Napoli per risolvere le ultime pratiche con il club di De Laurentiis, tra cui il rinnovo di contratto che scade a giugno. Un passaggio tecnico, perché il trasferimento avviene in prestito. C’è inoltre da risolvere il problema della multa per il famoso ammutinamento (di circa 300mila euro), ma il polacco vuole anche una carta con la quale De Laurentiis rinunci alla causa per richiesta di risarcimento civile che aveva intentato. Il Napoli incasserà in totale 25 milioni, 3 per il prestito oneroso, 15 per l’obbligo di riscatto. Da aggiungere poi i bonus, facilmente raggiungibili, garantiti al club, per un totale di 9 milioni. Nell’operazione entreranno due giocatori del settore giovanile giallorosso: Bouah non sembra convinto. Al Napoli andranno due tra Chierico, Modugno e Mariani.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy