Ammutinamento Napoli, Insigne cacciò Edo De Laurentiis dallo spogliatoio: la versione della società agli atti

Ammutinamento Napoli, Insigne cacciò Edo De Laurentiis dallo spogliatoio: la versione della società agli atti

di Mattia Di Gennaro
Insigne

Stamane l’edizione in edicola de La Gazzetta dello Sport ha pubblicato ricostruzione che il Napoli ha presentato agli atti riguardo l’ammutinamento avvenuto dopo la partita contro il Salisburgo.

Ammutinamento Napoli, la ricostruzione della società

Ammutinamento Napoli, Insigne
Ammutinamento Napoli (Getty Images)

La Rosea rende nota quello che è il testo presentato dalla società azzurra: “Terminata la gara fra Napoli e Salisburgo, i calciatori, in persona del capitano della squadra (Insigne, n.d.r.), avevano comunicato la loro indisponibilità a pernottare presso la sede del ritiro. Dopo detta comunicazione, aveva avuto luogo una accesa discussione durante la quale il direttore sportivo (Giuntoli, ndr) aveva fatto presente che i giocatori si stavano rendendo responsabili di una grave e inaccettabile violazione contrattuale. Gran parte dei calciatori aveva inveito contro la società e il capitano aveva intimato al vice presidente (Edoardo De Laurentiis, n.d.r.) di allontanarsi dallo spogliatoio, rivolgendogli alcune parole”.

Gran parte delle accuse piovono dunque sul capitano Insigne. In un altro passaggio del testo si fa anche riferimento alla violazione delle clausole della scrittura specificativa sui diritti di immagine. Ora, dopo 100 giorni dall’accaduto, le parti restano distanti e concentrate nel portare avanti questa battaglia legale.

LEGGI ANCHE—Rinnovo Milik, il polacco insiste per la clausola nel nuovo accordo: la risposta del Napoli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy