Zanardi rischia conseguenze alla vista: spunta fuori la verità del camionista

Nel pomeriggio di ieri Alex Zanardi è rimasto vittima di un incidente che ha visto coinvolto anche un camionista. L’atleta, in occasione di un evento sportivo, sembrerebbe aver preso una decisione azzardata. Rivelatasi, pochi secondi dopo, completamente errata tanto da spingerlo verso un grave incidente. A seguito di questo è stato ricoverato ed è stato sottoposto ad un importante intervento alla testa. Di seguito l’ultimo bollettino medico:

“C’è naturalmente da confermare la gravità del quadro neurologico e questo andrà valutato nella prossima settimana quando le condizioni ce lo permetteranno. Ci possono essere anche delle conseguenze per la vista e quindi abbiamo anche chiesto delle consulenze agli oculisti perché c’è qualche lesione anche oculare. Il trauma è anche facciale, e quindi è probabile che ci siano lesioni di quel tipo. Avremo delle stime oculari fra qualche giorno. Stessa cosa a livello neurologico, i sedativi non ci consentono di poter fare una valutazione neurologica, il quadro è talmente compromesso che ci impone una terapia farmacologica per dare stabilità. Difficile dire anche quando potremmo togliere questa sedazione. In caso di stabilità è probabile che la prossima settimana, sentendo i nostri consulenti e il chirurgo che lo ha operato, potremo pensare di poter sospendere la sedazione”.

Caso Zanardi, la verità del camionista

Zanardi, la verità del camionista

In queste ore, però, è arrivato anche il chiarimento da parte dell’avvocato del camionista coinvolto nell’incidente. Di seguito le parole dell’avvocato Arcioni di Grosseto riportate dal portale online della Gazzetta dello Sport:

“Se lo è trovato quasi di fronte all’uscita della curva e meno male che è riuscito a dare una sterzata e a buttarsi verso il limitare della corsia. Così l’impatto è stato sul fianco altrimenti sarebbe stato un urto frontale con conseguenze ancora più deleterie. Il mio assistito è molto provato e trattandosi di un personaggio così straordinario ha subito ancora di più psicologicamente l’accaduto. È stato portato in stato di choc al pronto soccorso, è risultato negativo agli esami tossicologici e all’alcoltest. Inoltre la velocità del camion in quel punto, fatto di tornanti, era molto, molto contenuta”.

CLICCA QUI PER LE PAROLE DEL SINDACO DEL COMUNE DI PIENZI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy