Zambrotta: “Gattuso è l’uomo giusto per il Napoli, può vincere a Barcellona”

Gianluca Zambrotta, storico terzino di Milan e Nazionale italiana, ha raccontato oggi in diretta Facebook ai microfoni de Il Bello del Calcio come sta vivendo l’emergenza coronavirus. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it:

“Sono a Como, ho passato qui la quarantena nella mia città natale. Speriamo di tornare presto alla vita normale e a seguire il calcio. Abbiamo visto l’inizio della Bundesliga, mi auguro possa servire da traino anche per il nostro campionato nonostante tutte le difficoltà. Secondo me quando si riprenderà il campionato qualcosa cambierà. I calciatori sono stati fermi per tanto tempo, saranno da valutare le condizioni fisiche di ogni singolo calciatore. Sarà una sorta di nuovo inizio. Anche gli infortuni degli ultimi giorni ci fanno capire che ci sono e ci saranno diverse problematiche fisiche”.

Zambrotta: “Senza tifosi il calcio non è lo stesso”

FUERTH, GERMANY – OCTOBER 07: (L-R) Fabio Cannavaro, Gianluca Zambrotta, Pietro Vierchowod, Ivan Gennaro Gattuso and Andrea Pirlo line up for the anthem prior to the friendly match between DFB-All-Stars and Azzurri Legends at Sportpark Ronhof Thomas Sommer on October 7, 2019 in Fuerth, Germany. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

“La preparazione per un Mondiale o un Europeo è diversa perché comunque vieni da mesi di attività, passano poche settimane. Qui c’è una condizione nuova mai avvenuta e nessuno può sapere come si svilupperà la situazione. Inciderà molto anche la mancanza dei tifosi, assolutamente. La situazione è difficile da affrontare sicuramente, credo che comunque le squadre siano ben supportate dagli staff medici e dal governo. Secondo me bisogna seguire delle linee guida per garantire la salute di tutti. Non si capiscono ancora bene i protocolli e quindi andranno capite diverse cose. Se tutti i calciatori fossero monitorati dalle società e si prendessero tutte le cautele del caso io non avrei paura di niente sinceramente. Non mi farei problemi in questo caso una volta in campo. Senza i tifosi? Non sarà la stessa cosa sicuramente, avere un San Paolo pieno ad esempio fa la differenza normalmente. Diventa un problema ma data la situazione è una misura necessaria se si vuole ricominciare il campionato per evitare che ci siano altri contagi”.

Il Napoli e l’amico Gattuso

“Il mio rapporto con Napoli è bello e diretto, mia moglie Valentina è napoletana quindi quando è possibile scendiamo spesso lì al Vomero dalla famiglia. È sempre molto bello vivere le emozioni che quella città ti dona, una città diversa sotto tutti i punti di vista. Mi dispiace per Ancelotti, con lui ho lavorato alla Juventus e al Milan ed è un grandissimo allenatore. L’arrivo di Gattuso mi fa piacere, Rino lo conosco bene ed è stato un grandissimo calciatore e compagno di squadra. Sta facendo un ottimo lavoro e credo sia l’uomo giusto per il Napoli.

Mertens? Cercherei di tenerlo assolutamente. Un calciatore che ha fatto 121 gol ed un lavoro straordinario come il suo in 7 stagioni va tenuto. È entrato nel cuore dei tifosi e si è calato alla perfezione nella mentalità dei tifosi azzurri. Andrebbe trattenuto ad ogni costo. Di Lorenzo è un ottimo terzino, ho apprezzato tanto anche Ghoulam e Hysaj negli ultimi anni. Di Lorenzo ha grandi qualità, molto tecnico e forte fisicamente. Il Napoli in quel ruolo ha avuto giocatori importanti nelle ultime stagioni. Di Lorenzo è duttile ed è molto utile per la causa azzurra sicuramente. Non saprei consigliare un altro terzino a Gattuso. Per me vanno bene quelli che il Napoli ha adesso. Trovare terzini con certe caratteristiche non è facile ora come ora.

Gli azzurri hanno fatto una grande partita all’andata contro il Barcellona e meritavano la vittoria per la determinazione e la voglia messa in campo contro una squadra fortissima. Hanno ottime possibilità di passare il turno secondo me, soprattutto vista l’assenza dei tifosi catalani nel caso in cui si dovesse giocare la gara di ritorno al Camp Nou”.

Zambrotta conclude con la Nazionale di Mancini

FLORENCE, ITALY – NOVEMBER 09: (L-R) Gianluca Zambrotta, Gianluigi Buffon and Massimo Ambrosini attend the launch of the new Puma home kit at Palazzo Vecchio on November 9, 2015 in Florence, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

“Mancini sta facendo un grande lavoro con la Nazionale dopo la mancata qualificazione ai Mondiali del 2016. Un grandissimo lavoro con i giovani soprattutto. Il ricambio generazionale dopo il Mondiale del 2006? È normale, ma negli ultimi tempi stiamo crescendo con tanti giovani interessanti. Mi auguro di vedere l’Italia arrivare fino in fondo ai prossimi Europei”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy