Taglio stipendi, De Laurentiis e Insigne ne riparleranno appena sarà deciso il destino del campionato

L’edizione odierna del Corriere dello Sport ha dedicato un focus sulla questione del taglio stipendi in Serie A

L’edizione odierna del Corriere dello Sport ha dedicato un focus sulla questione del taglio stipendi in Serie A. La macchina del calcio si è rimessa in moto, ma ancora non c’è un accordo sul taglio degli stipendi. O meglio, non tutti lo hanno raggiunto. Qualche club si è portato avanti e ha un’intesa, mentre le altre non hanno ancora centrato l’obiettivo oppure hanno mosso solo i primi passi. In ballo ci sono tantissimi soldi. Perché il monte ingaggi lordo dell’intera Serie A supera gli 1,3 miliardi di euro e la sforbiciata relativa ai mesi di marzo e aprile si aggirerebbe sui 220 milioni (bonus esclusi…). Tra le grandi la Juventus ha bruciato sul tempo la Lazio, l’Inter e il Napoli.

Taglio stipendi, la situazione del Napoli

Napoli De Laurentiis
De Laurentiis e Insigne (Foto SSCN)

Il Napoli non ha ancora affrontato l’argomento stipendi, rimasto ai margini delle chiacchierate di questi tre mesi circa di lockdown. Il presidente Aurelio De Laurentiis ha avuto modo di sfiorare la questione con Lorenzo Insigne, che come capitano funge da collante con la squadra: presidente e calciatore si sono ripromessi di chiacchierare degli aspetti economici non appena verrà presa una decisione definitiva sulla ripresa del campionato. Per il momento, è stato sospeso il pagamento delle mensilità di marzo e di aprile mentre i dipendenti sono in Cassa Integrazione.

CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI!

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy