La Spagna riapre all’Italia: resta l’obbligo di quarantena. I dettagli

Il mondo pian piano riparte. Sì, è il caso di dirlo: la Spagna riapre all’Italia dopo due mesi di lockdown. Ora arriva il momento riaprire: come farà il Belpaese da inizio giugno d’altronde. Di seguito alcuni dettagli.

Spagna, sì ad aerei e navi: si riapre all’Italia

 

Spagna
Plaza Mayor, Madrid (Spagna)

 

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

 

Il governo spagnolo ha eliminato il divieto d’ingresso nel proprio paese: era stato imposto negli ultimi due mesi. Non rientrano nell’abrogazione la navi da crociera: rimane il divieto, probabilmente per l’impossibilità di controllo e limitare il più possibile gli scambi.

Tuttavia non cade l’obbligo di quarantena: il Governo spagnolo è stato chiaro. Come riportato dall’Ansa, chi arriva in Spagna dovrà fare 14 giorni di quarantena: lo impone Madrid. Quest’ultima sarà obbligatoria fin quando vigerà lo stato di emergenza del paese. Sanchez – nella giornata di ieri – ha accettato di prorogarlo per altre due settimane, anziché un mese: la pressione di Ciudadanos è stata notevole.

 

Malagò apre all’anticipo della Serie A

 

Coni, Malagò
Malagò, CONI (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

 

CLICCA QUI PER SAPERE TUTTO SUL NAPOLI

 

Giovanni Malagò, presidente del CONI, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla ripartenza della Serie A e alla questione Covid-19 nell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport. Di seguito alcune dichiarazioni. Clicca qui per leggere tutto in merito

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy